Svizzera, 20 agosto 2019

La città dove le auto sono autonome è a Zurigo!

ZURIGO – È Super Quark, trasmissione della Rai, a parlarne: la città in cui circolano veicoli senza conducente, quindi che si guidano da sole, esiste già. Se per molti è il futuro, a Zurigo è il presente!

All’interno del Politecnico, infatti, c’è Duckietown. Su ogni veicolo c’è una piccola telecamera, l’elaborazione delle informazioni avviene in un minuscolo pc, impostato per far sì che le macchinine tengano la riga gialla a sinistra e quella bianca a destra.

Captano anche i segnali dei semafori, e sanno stabilire le precedenze secondo le regole stradali.
È un modello molto semplificato rispetto a vetture realmente autonome, viene spiegato: servirebbero ben altri pc ed anche radar.

L’idea che passa nel servizio è quella di auto autonome che integreranno i mezzi pubblici, compiendo il tragitto dall’ultima fermata del bus o del treno sino al posto di lavoro, per esempio. Al momento non è ancora un sistema abbastanza sicuro (anche se senza passeggero è impostato, per esempio, per uscire deliberatamente di strada piuttosto che investire un pedone) ma c’è ottimismo che lo diventerà presto.



Guarda anche 

"La Svizzera accolga almeno il 2% dei migranti trasportati dalle ONG"

Una mozione presentata al Consiglio nazionale da rappresentanti eletti di tutti i gruppi parlamentari, ad eccezione dell'UDC, propone che la Svizzera accolga almeno i...
19.09.2019
Svizzera

"Modificare l’OVAMal in modo da rendere obbligatoria la riduzione delle riserve eccessive degli assicuratori malattia a vantaggio degli assicurati"

*Mozione al Consiglio Federale di Lorenzo Quadri Con la seguente mozione si chiede al Consiglio federale di modificare l’Ordinanza concernente la vigilanza sull...
18.09.2019
Svizzera

Pantani: "Disfattisti no, realisti sì"

*Dal Mattino della Domenica. Di Roberta Pantani Le prossime elezioni federali passeranno agli annali della storia per le diatribe senza fine scatenate su congiunzioni,...
17.09.2019
Svizzera

Madre compra un coltello a suo figlio, un anno dopo finisce in un'odissea giudiziaria

Comprare un piccolo coltello al figlio di 10 anni è costato caro a Barbara (nome di fantasia), una madre ginevrina, che, a causa del suo acquisto, è finita ...
16.09.2019
Svizzera