Ticino, 16 agosto 2019

Libera circolazione: ancora una volta, la partitocrazia si schiera contro i ticinesi

La Lega dei Ticinesi prende atto, senza nessuna sorpresa, della decisione dei rappresentanti del triciclo euroturbo PLR-PPD-PSS (più partitini al seguito) nella Commissione delle istituzioni politiche del Consiglio nazionale di respingere l’iniziativa popolare “per un’immigrazione moderata”, lanciata dall’Udc ed appoggiata dalla Lega, che chiede l’abolizione della devastante libera circolazione delle persone.
 

Malgrado i disastri provocati dalla libera circolazione, specialmente in Ticino, la partitocrazia insiste nel rifiutare qualsiasi correttivo. Già a fine 2016 ha cancellato la preferenza indigena votata dal popolo. Risultato: il numero dei frontalieri nel nostro Cantone è esploso, a tutto danno dei lavoratori ticinesi. Ed infatti le ultime cifre dell’Ufficio federale di statistica attestanol’impennata del numero dei permessi G nel settore terziario: addirittura 2000 in più in soli tre mesi!
 

Si prende quindi ancora una volta atto che il triciclo sovranofoboPLR-PPD-PSS, accecato dall’asservimento all’UE, rifiuta ostinatamente di porre qualsiasi correttivo all’invasione da sud, e respinge  scandalizzato l’idea che gli svizzeri tornino a decidere in modo autonomo sull’immigrazione.  Non ancora contento, il triciclo smania per sottoscrivere l’accordo quadro istituzionale che trasformerebbe la Svizzera in una colonia di Bruxelles.

I cittadini ticinesi, che hanno plebiscitato la preferenza indigena, si ricordino alle elezioni federali di ottobre che il triciclo PLR-PPD-PSS rifiuta di applicare quanto da loro votato, e che non perde nemmeno un’occasione per sostenere l’invasione da sud senza alcun limite né controllo.
 

Depositare nell’urna un Sì convinto all’iniziativa “Per un’immigrazione moderata” è ormai un’esigenza fondamentale per salvare quel che resta del mercato del lavoro del nostro Cantone e per fermare la svendita della Svizzera all’UE ad opera dei politicanti del triciclo, esponenti ticinesi compresi.
 

Lega dei Ticinesi

Guarda anche 

"Non vogliamo una Svizzera con 10 milioni di abitanti", l'UDC lancia l'iniziativa contro la libera circolazione

L'UDC vuole che la Svizzera torni a poter gestire l'immigrazione in modo autonomo. Riuniti in assemblea sabato a Seedorf (UR), i delegati democentristi hanno pleb...
26.01.2020
Svizzera

Accordo quadro, l'UE mostrerà "pazienza e comprensione" fino alla votazione sulla libera circolazione

Il forum economico di Davos è stato occasione, per il Consiglio federale, di proseguire i colloqui bilaterali sul dossier europeo, in un momento in cui le relazion...
24.01.2020
Svizzera

Vacallo: il gruppo Lega-UDC-UDF punterà al raddoppio in Municipio

Il Gruppo Lega-UDC-UDF punterà al raddoppio in Municipio candidando, oltre all’uscente Fabio Martello, il Granconsigliere UDF-UDC Edo Pellegrini, già ...
21.01.2020
Ticino

In carcere per aver pagato gli operai 20 centesimi all'ora

Il titolare di una società fallita nel 2018 è stato denunciato da quindici dei suoi ex dipendenti e posto in detenzione preventiva a Ginevra. L'accusa &...
16.01.2020
Svizzera