Ticino, 08 agosto 2019

Proteggete dai furti i vostri veicoli a due ruote!

Spesso i veicoli a due ruote, in particolare le biciclette, sono oggetto di furti ed è quindi importante prevenirli . In effetti – spiega la Polizia Cantonale in una nota –,  i velocipedi costituiscono la fetta più rilevante dei furti di veicoli commessi sul territorio, ossia oltre l’80% del totale.

In Ticino le statistiche degli ultimi anni mostrano da un lato un graduale abbassamento di furti di biciclette (dai 1042 casi registrati nel 2016 si è passati ai 686 nel 2018), dall’altro rilevano un aumento dei furti di ebike: se cinque anni fa il rapporto era di un furto di bicicletta elettrica ogni dieci furti di velocipedi, l’anno scorso si è attestato a circa uno su cinque, per un totale di un’ottantina di ebike sottratte ai legittimi proprietari.

Tale incremento è riconducibile anche al successo di questi mezzi elettrici, che da qualche anno popolano sempre più le strade del nostro Cantone. Per quanto riguarda le modalità con cui sono perpetrati i furti, si sottolinea che i ladri di biciclette o ciclomotori non sempre agiscono a piedi: di frequente infatti, fuggono con la refurtiva a bordo di un’auto oppure salgono su un treno per lasciare il Ticino.

Talvolta si spostano anche con furgoni sui quali caricano biciclette non fissate a un palo o a una recinzione, oppure che non si trovano in un locale chiuso a chiave. In questo caso, forzeranno il meccanismo di chiusura con gli attrezzi necessari solo in un secondo tempo, in tutta tranquillità. È quindi fondamentale proteggere tutti i modelli, dato che solitamente non sono rubate solo biciclette esclusive e costose, ma anche quelle meno nuove. In questo senso, un robusto dispositivo di chiusura può già costituire un effetto dissuasivo per i ladri, in quanto si può tradurre per loro in un investimento di tempo e di energie troppo elevati ai loro scopi.

Per prevenire questa tipologia di furti la Polizia cantonale invita dunque a seguire alcuni semplici accorgimenti:

• Se possibile, parcheggiate la vostra bici in un luogo sorvegliato e/o in un locale che può essere chiuso a chiave.

• Assicurate sempre la vostra bici con un meccanismo di chiusura di qualità.

• Incatenate la vostra bici a una rastrelliera o a un’altra costruzione fissa.

• Annotatevi il numero di telaio, la marca e il colore.

• Conservate la fattura originale per poterla consegnare, in caso di furto, alla polizia e alla vostra assicurazione. In caso di furto è importante notificarlo il prima possibile alla polizia.

Per formalizzare la denuncia è necessario compilare l’apposito formulario, che trovate anche online al seguente link, stamparlo e presentarlo con gli allegati richiesti ad un posto di polizia. Per la compilazione del documento di denuncia ricordatevi di fornire il numero di telaio del vostro velocipede, la marca/il modello, un’eventuale fotografia, il nome della vostra assicurazione economia domestica e un documento d’identità valido. Per maggiori informazioni consultate il sito della Prevenzione svizzera della Criminalità.

Guarda anche 

"Rielezione Cassis è solo la logica del meno peggio"

*Di Lorenzo Quadri   Che la verde-anguria Regula Rytz (verde fuori, rossa dentro), posizionata a sinistra della sinistra, non sia stata eletta in Consiglio ...
11.12.2019
Ticino

Delitto di Caslano, chiesti 16 anni per il nipote che uccise la nonna

16 anni di carcere. È la richiesta che la procuratrice pubblica Margherita Lanzillo ha chiesto ai danni del 24enne che nel luglio 2018 uccise la nonne a colpi di m...
11.12.2019
Ticino

Cittadini criminalizzati, mentre i veri delinquenti…

*Dal Mattino della Domenica. Di Lorenzo Quadri Storica (per chi si accontenta) sentenza del Tram, Tribunale amministrativo cantonale, sul tema &...
11.12.2019
Ticino

Delitto di Caslano, il nipote: "Non volevo ucciderla, ma solo minacciarla"

“Volevo solo minacciarla, non ucciderla”. Si difende così a processo il 24enne che la notte dello scorso 6 2018 uccise la nonna a Caslano con una dozzi...
11.12.2019
Ticino