Sport, 29 luglio 2019

Sabbatini applaude il suo Lugano: “Ho visto cose bellissime, siamo rimasti sempre lucidi”

Il capitano bianconero ha parlato in merito allo 0-0 interno contro il Thun: “Con le gambe non siamo al top, ma l’umidità…”

LUGANO – Vittoria sfumata o pareggio da tenere stretto in ottica campionato? È un po’ la domanda che i tifosi del Lugano si stanno ponendo da ieri, dopo lo 0-0 interno contro il Thun. Un pareggio che non rende giustizia a quanto fatto dai ragazzi di Celestini, specie nel primo tempo quando hanno sciupato diverse occasioni dalle parti dell’estremo difensore bernese.

“Nel primo tempo abbiamo giocato molto bene, mentre loro hanno avuto una sola occasione con Rapp nella ripresa – ha spiegato capitan Sabbatini – È un peccato, magari non siamo stati lucidi come in precedenza, ma si sono viste delle cose bellissime e siamo sulla buona strada. Meritavamo i 3 punti”.

Con l’andare del match siete calati e vi siete abbassati parecchio…
L’umidità ha complicato le cose, facevamo davvero fatica a respirare e a restare lucidi. Con le gambe non siamo ancora al top, ma il problema più grande è stata proprio la mancanza di ossigeno.

2 partite e 0 gol subiti: dovete ripartire e continuare da qui…
Questa
è una cosa sulla quale anche il mister sta lavorando molto, è la nostra forza. Se giochiamo così come squadra, prima o poi le occasioni arrivano come successo anche contro il Thun. Possiamo così ottenere risultati importanti. Siamo ancora all’inizio, chiaramente tutti vogliamo fare risultato, ma questo punto muove la classifica e dobbiamo tenercelo stretto e restare tranquilli. Ora dobbiamo pensare ad andare a fare risultato a Berna.

Il campionato sembra ancora più equilibrato: non c’è una squadra a punteggio pieno…
Le squadre stanno ancora trovando la giusta amalgama. Noi dobbiamo inserire i nuovi che stanno già mostrando ottime cose. Ma stiamo prendendo fiducia ed esperienza.

Dopo il 4-0 di Zurigo le voci sulla mancanza di una prima punta si erano calmate, dopo questo 0-0 magari qualcuno potrebbe tornare a sottolineare questo aspetto…
Sappiamo bene che nel calcio devi confermarti partita dopo partita. Possono arrivare le critiche ma dobbiamo essere bravi  a trasformarle in uno stimolo in più per fare meglio.

Guarda anche 

Calcio in lutto: è morto Andreas Brehme

MONACO DI BAVIERA (Germania) – Una triste notizia è giunta questa mattina dalla Germania: il calcio piange la morte di Andreas Brehme, che si è spento...
20.02.2024
Sport

FC Paradiso, il sogno continua

PARADISO - Antonio Caggiano è un presidente felice. Il suo Paradiso, club che dirige con successo da 22 anni, è pronto a presentare la licenza per...
22.02.2024
Sport

Un rosso di troppo e il Lugano si lecca le ferite

GINEVRA – Si sperava, in casa Lugano, che l’effetto Europa si facesse sentire sul Servette, reduce dalla sfida di giovedì sera contro il Ludogorets nei...
19.02.2024
Sport

Lugano, una ripartenza a tutto gas. L'Ambrì espugna Berna

LUGANO - Show alla Bossard Arena! Il Lugano annichilisce lo Zugo, terza forza del massimo campionato, e ritorna fra le prime sei in attesa del Davos, che oggi ospita...
18.02.2024
Sport

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto