Ticino, 15 luglio 2019

Casinò Lugano Cup: Maxi successo da sold out!!!

Il 14 luglio 2019 è stata una giornata storica per la città di Lugano e soprattutto per il Casinò che ha presentato la prima edizione della Casinò Lugano Cup allo stadio Cornaredo. Di fronte i padroni di casa del FC Lugano e la nuova Inter di Antonio Conte. La formazione nerazzurra ha cominciato una stagione che potrebbe riportare lo scudetto a Milano proprio nel ritiro di Lugano. E l’ha cominciata vincendo la Casinò Lugano Cup come primo trofeo della gestione Conte. Lo stadio Cornaredo ha fatto registrare un sold out da oltre 7.000 persone. Atmosfera molto suggestiva con il brand Casinò Lugano che la faceva da padrone con gadget, borse e omaggi per tutti. Avvincente e combattuta anche la partita in campo con l’Inter in vantaggio grazie al gol del neo acquisto Sensi.
I nerazzurri raddoppiano con De Vrii, ma entra in scena il VAR, all’esordio assoluto in una partita in Svizzera, che annulla la rete. Il raddoppio arriva lo stesso con Brozovic, ma per conquistare il trofeo la squadra di Conte deve soffrire fino al 90esimo, dopo aver subito il gol del Lugano. Alla fine è capitan Handanovic a sollevare il trofeo a forma di logo del Casinò consegnato dal presidente Emanuele Stauffer e dal vice Presidente Erasmo Pelli.

Si tratta del primo trofeo dell’era Conte, ma a vincere è stata soprattutto la città di Lugano e il brand del Casinò, main sponsor dell’evento e del ritiro nerazzurro in riva al Ceresio. Un’esperienza che, se la stagione dell’Inter va bene, sarà ripetuta l’anno prossimo.

Guarda anche 

Un rosso di troppo e il Lugano si lecca le ferite

GINEVRA – Si sperava, in casa Lugano, che l’effetto Europa si facesse sentire sul Servette, reduce dalla sfida di giovedì sera contro il Ludogorets nei...
19.02.2024
Sport

Lugano, una ripartenza a tutto gas. L'Ambrì espugna Berna

LUGANO - Show alla Bossard Arena! Il Lugano annichilisce lo Zugo, terza forza del massimo campionato, e ritorna fra le prime sei in attesa del Davos, che oggi ospita...
18.02.2024
Sport

In assistenza e indebitato, non può ricevere il passaporto svizzero

Un cittadino iracheno, oggi 60enne, non potrà ricevere l'attinenza di Lugano, e quindi il passaporto svizzero, finchè non sanerà i debiti contrat...
17.02.2024
Ticino

“Ho militato nel Wiedikon, la squadra in cui iniziò Kuhn”

LUGANO - I giornalisti non “professionisti”, ossia coloro che nel tempo libero hanno collaborato o collaborano con le varie testate pur pratica...
19.02.2024
Sport

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto