Sport, 05 luglio 2019

Carlinhos: “Il mio futuro? In mano al Lugano, ho troppo rispetto per il club”

L’attaccante brasiliano ha parlato di passato, presente e futuro

LUGANO – È stato uno dei mattatori della passata stagione del Lugano, confermando quanto di buono aveva già messo in evidenza nel girone di ritorno del campionato 2017/18. Ora però Carlinhos sarà quasi sicuramente una delle pedine che lasceranno Cornaredo, cercando così fortuna in campionati più competiti, portando in dote denari contanti che potranno rendere ancora più corpose le casse del club bianconero.

L’attaccante brasiliano ha parlato nelle ultime ore del suo passato, del presente e del futuro prossimo. “L’ultima è stata la mia miglior stagione della carriera – ha spiegato ad alcuni media del suo Paese – Non solo per i numeri, ma anche per le buone prestazioni che ho avuto su tutto l’arco della stagione. È stato sicuramente un anno speciale per me e sono molto contento della mia evoluzione e di quello che è accaduto a Lugano”.

“Abbiamo raggiunto l’Europa League: una cosa molto importante per tutti ed è stato il giusto coronamento del duro lavoro fatto durante la stagione. Riportare il Lugano in Europa è stata una cosa positiva per tutti, giocatori e società. La prossima stagione potrà ancora essere migliore”.

Parlando del suo futuro, Carlinhos ha fatto capire che ovviamente le offerte fino ad ora non gli sono mancate. Ma che tutto è nelle mani del Lugano e del suo agente. “Dopo la stagione che ho fatto qualche richiesta è arrivata, ma ho lasciato tutto nella mani del Lugano, di cui ho molto rispetto, e del mio agente. Io voglio continuare a migliorare e completare la mia storia nel calcio europeo”.

Guarda anche 

Umiliato e ridicolizzato: in casa Lugano il futuro è tutto un rebus

LOSANNA – C’era una volta il Lugano che divertiva e che si divertiva. C’era una volta il Lugano che dettava il suo gioco contro chiunque e che era capac...
15.09.2019
Sport

Minacce di morte, fumogeni e imbrattamenti: ecco la manifestazione dei "molinari"

Erano alcune centinaia i manifestanti che questo pomeriggio hanno sfilato per le strade di Lugano. "Autogestione, contro ogni oppressione", "AutodeterminAz...
14.09.2019
Ticino

La sera prima della partita niente ritiro: giocatori col braccialetto elettronico!

LISBONA (Portogallo) – Secondo in classifica, alla pari del Porto, e a -3 dalla rivelazione Famaliçao, ma in casa Benfica quella sconfitta subita ad agosto c...
15.09.2019
Sport

6617 giorni dopo la Champions a Cornaredo: viva il calcio femminile

LUGANO – 6617 giorni. 945 settimane e 2 giorni. 217 mesi e 12 giorni. 18 anni e 43 giorni. Ecco quanto è trascorso dall’ultima volta che le note della ...
13.09.2019
Sport