Svizzera, 11 giugno 2019

Accordo quadro, "ci prendono per il...."

*Dalla prima pagina del Mattino della Domenica

Uella, ma allora i camerieri di Bruxelles in Consiglio federale pensano davvero che la gente sia scema! E’ chiaro anche ai paracarri che la decisione di rinviare la firma dello sconcio accordo quadro istituzionale è solo una tattica da tre e una cicca per prendere tempo! Il governicchio federale, come pure la partitocrazia PLR-PPDP$$, ex partitone in primis, letteralmente smania per sottoscrivere l’accordo coloniale con l’UE.

Però sa bene che farlo adesso avrebbe conseguenze elettorali perniciose per il triciclo! E quindi la parola d’ordine è: tirare campare fino ad ottobre! Prendere tempo! Dopodiché, una volta lasciate alle spalle le elezioni federali… si corre a firmare il trattato-capestro! Passata la festa, gabbato lo santo! Uella, il trucchetto è così scontato che non ingannerebbe nemmeno un bambino! Sicché, ecco che il governicchio federale si prodiga in domande a Bruxelles sulla direttiva UE sulla cittadinanza, sulle misure accompagnatorie, sugli aiuti statali! Domande farlocche, è chiaro: le risposte sono note da mesi! In regime di sconcio accordo quadro, i funzionarietti di Bruxelles ci imporranno i loro Diktat nei tre ambiti citati, come pure in moltissimi altri!

Ed i politicanti del triciclo… giù, chinati a 90 gradi! Interessante notare che sulla ripresa dinamica, ossia automatica, del diritto europeo, come pure sui giudici stranieri, il governicchio federale non ha invece nulla da eccepire! L’è tüt a posct! Altro che sottoscrivere nuovi accordi con la fallita UE: bisogna cominciare a DISDIRE qualcuno di quelli attualmente in essere, a cominciare dalla devastante libera circolazione delle persone! Sveglia!

*Edizione del 9 giugno 2019

Guarda anche 

Muore annegato cercando di salvare il suo cane

Il corpo senza vita di un uomo di 73 anni è stato ritrovato nel Reno all'altezza della città di confine di Jestetten, in Germania. Il malcapitato era sc...
20.07.2019
Svizzera

Confermato carcere e espulsione per un imam di Wintherthur

Il Tribunale federale ha respinto l'appello di un imam somalo della moschea An'Nur di Winterthur (ZH). L'uomo era stato condannato per  per istigazione a...
19.07.2019
Svizzera

Troppa attenzione mediatica, il processo a "Carlos" è stato spostato a Zurigo

Il processo contro il giovane delinquente noto con il nome di "Carlos" non si svolgerà più a Dielsdorf (ZH) come previsto. Il procedimento, che in...
19.07.2019
Svizzera

Dramma familiare ad Affoltern: uccide moglie e i due figli e si toglie la vita

Dramma familiare ieri sera ad Affoltern am Albis, nel canton Zurigo. Un uomo di 53 anni ha ucciso la moglie 51enne e i due figli, di 7 e 9 anni, prima di suicidarsi. P...
19.07.2019
Svizzera