Svizzera, 10 giugno 2019

Niente presepe natalizio a Palazzo federale "per rispetto della neutralità dello stato"

Ogni anno, a Palazzo federale viene posto un albero di natale all'entrata, di fronte alle statue dei tre svizzeri. Ma a parte questo, e poco altro, per Natale il Parlamento non fa di più.

Una situazione che deve cambiare per il consigliere nazionale Jean-Luc Addor (UDC / VS), il quale si è rivolto ai servizi del Parlamento, per chiedere se era possibile installare un presepe raffigurante la Natività. "In un paese cristiano, mi sembra necessario, durante il periodo natalizio, di avere un richiamo simbolico delle origini cristiane del paese in cui siamo stati eletti".

La risposta è arrivata il 23 maggio: niente da fare. La delegazione amministrativa dell'Assemblea federale ha risposto che la presenza di un presepe "verrebbe a manifestare una preferenza religiosa, che contravviene al principio di neutralità dello Stato". La delegazione aggiunge: "Ci sono abbastanza simboli nel Palazzo del Parlamento che ricordano le origini del nostro paese".

Una risposta che non è stata gradita dai deputati UDC, tanto più che la risposta è firmata dal presidente della delegazione, oltre che presidente del Consiglio degli Stati, Jean-Rene Fournier (PPD/VS), conosciuto per essere un fervente religioso, appartenente alla Chiesa tradizionalista della Fraternità Saint-Pie X d'Ecône in Vallese. Occasione, per i suoi colleghi UDC, di pubblicare la risposta e "sponsorizzare" la sua trasmissione sui social media accusando, in modo indiretto, Fournier di venire meno alla sua fede religiosa.

Guarda anche 

Algeria, cristiano condannato per "esercizio di culto non musulmano"

Un giovane cristiano di Akbou, città del nord dell'Algeria, è stato condannato giovedì scorso dalla corte a una multa di 50'000 dinari (circa...
24.06.2019
Mondo

Suora decapitata e mutilata in Centrafrica. “Uccisa per un rito tribale”

Una suora appartente a una piccola comunità religiosa attiva in Africa è stata trovata morta decapitata lunedì mattina, nel villaggio di Nola, vicino...
23.05.2019
Mondo

Il cardinale americano: "Resistere all'immigrazione musulmana è un atto di patriottismo"

Condannare, o solamente far presente, i rischi che pone l'immigrazione musulmana in occidente non è una cosa che si sente spesso dagli appartenenti al clero di...
23.05.2019
Mondo

L'appello dell'arcivescovo nigeriano: “Cristiani uccisi come polli in Nigeria, fate qualcosa!"

“Cristiani uccisi come polli in Nigeria, presidente Trump fai presto”è questo il drammatico appello dell’arcivescovo Matthew Man-Oso Ndagoso (nel...
06.05.2019
Mondo