Svizzera, 08 giugno 2019

"Lo sciopero delle donne è per donne ideologizzate e privilegiate"

Il 14 giugno si terrano diverse manifestazioni in occasione di uno "sciopero delle donne", dei membri dell'UDC parteciperanno a un pasto in sostegno dell'associazione Aiuto svizzero per 
madre e bambino (ASMB) . Quest'associazione offre assistenza a coppie e donne durante la gravidanza e dopo la nascita del bambino. Ma i partecipanti allo sciopero, perlopiù appartenenti alla sinistra o vicini a questa area politica, accusano questa associazione di avere posizioni ostili all'aborto.

L'ASMB dedica infatti parte del suo sito web all'aborto e descrive fra le conseguenze dell'atto "tristezza e rimpianti a lungo termine" e l'associazione nel sito promuove alternative.

"Il fatto che ci siano donne che preferiscono difendere un'organizzazione che mette in pericolo i diritti delle donne, piuttosto che manifestare durante lo sciopero, ci fa arrabbiare", afferma Audrey Petoud, portavoce della gioventù socialista vodese.

"Lo sciopero non è un mezzo di azione che ci corrisponde. Tutto il denaro raccolto durante il nostro pasto sarà usato per aiutare le donne vulnerabili. Preferiamo l'azione agli slogan", ha ribadito Lucie Rochat (nella foto), presidente della sezione romanda dell'Associazione delle donne UDC.

"Anche noi siamo arrabbiate, perché siamo tenute in ostaggio da donne che difendono delle posizioni di sinistra. Non hanno il diritto di parlare per tutte noi e abbiamo voluto fare un'azione da parte nostra, altrimenti ci avrebbero accusati di non fare nulla", aggiunge Rochat.

Per Audrey Petoud, al contrario, questa opposizione è "un peccato". "Lo sciopero deriva da un appello collettivo e non partigiano. Non sempre siamo d'accordo, ma questo movimento è un'opportunità per venirci incontro", dice.

Ma non abbastanza per convincere le donne dell'Udc e Lucie Rochat, che lancia un'ultimo affondo. "A manifestare ci saranno soprattutto donne ideologizzate e privilegiate che hanno la fortuna di avere un datore di lavoro accomodante. Le donne precarie non potranno scioperare".

Guarda anche 

Madre compra un coltello a suo figlio, un anno dopo finisce in un'odissea giudiziaria

Comprare un piccolo coltello al figlio di 10 anni è costato caro a Barbara (nome di fantasia), una madre ginevrina, che, a causa del suo acquisto, è finita ...
16.09.2019
Svizzera

Quadri: "Troppe naturalizzazioni facili e mai un ritiro del passaporto"

*Dal Mattino della Domenica. Di Lorenzo Quadri Ohibò: al jihadista Umit Y., ex impiegato di Argo1, verrà (forse) tolta la cittadinanza svizz...
16.09.2019
Svizzera

"Basta regalare passaporti. Qui o si cambia registro o è la fine"

*Dalla prima pagina del Mattino della Domenica Ah, ecco: al jihadista turco, naturalizzato svizzero, che lavorava (?) per Argo1, verrà forse ritirata la cittadi...
16.09.2019
Svizzera

Per Micheline Calmy-Rey il miliardo di coesione all'UE non è sufficiente, "bisogna aumentare l'importo in segno di buona volontà"

Secondo l'ex Consigliera federale socialista Micheline Calmy-Rey la Svizzera dovrebbe aumentare il contributo previsto all'Unione europea, attualmente 1 miliardo ...
15.09.2019
Svizzera