Sport, 03 giugno 2019

Canizares schock: “Reyes correva, non è un eroe!”

L’ex portiere del Valencia e della nazionale spagnola non ha usato parole gentili nei confronti dell’ex collega di lavoro: “Sono morte altre persone, ma prego per le loro anime”

UTRERA (Spagna) – Il weekend appena trascorso verrà ricordato anche per la prematura morte di José Antonio Reyes, l’ex giocatore di Real Madrid, Atletico Madrid, Siviglia e Arsenal scomparso in seguito a un incidente stradale causato dall’alta velocità: il 35enne viaggiava a 237 km/h al momento della perdita del controllo della vettura che, in seguito all’urto, si è ribaltata e ha preso fuoco.

Un incidente e una morte prematura che ha lasciato tutti a bocca aperta, anche se qualche voce fuori dal coro non è mancata. Come quella di Santiago Canizares, ex portiere del Valencia e della nazionale spagnola, che su Twitter ha detto la sua, attirandosi molte critiche: “L'eccesso di velocità è un atteggiamento biasimevole.
Nell'incidente ci sono state anche altre vittime oltre a chi guidava. Reyes non merita di essere omaggiato come se fosse un eroe, ma questo non significa che non mi rammarico per quanto successo e non prego per le loro anime”.

Ovviamente sul web Canizares ha ricevuto tantissime critiche, tanto è vero che lo stesso ex portiere ha dovuto chiarire la sua posizione. “Forse non mi sono spiegato bene. Certamente merita un tributo per la sua carriera e per quello che ha dato al calcio”. "Leggo opinioni di ogni tipo e le rispetto tutte, eccezionalmente oggi anche quelle accompagnate da insulti. Intendo solo condannare l'insensibilità e invitare tutti a riflettere su quanti errori facciamo. Penso sia perfettamente compatibile con il dolore”.

Guarda anche 

Con mascherine e guanti: il campionato continua!

MANAGUA (Nicaragua) – Mentre in giro per il mondo praticamente tutti i campionati di calcio sono stati sospesi – in Europa fa eccezione al Bielorussia –...
26.03.2020
Sport

“Il coronavirus: come un camion che ti investe. Eroi chi vive in 70mq con tre figli”

BIRMINGHAM (Gbr) – “Ho avuto i primi sintomi settimana scorsa, sono stati giorni difficili in cui ho preso ogni precauzione per non contagiare chi vive con me...
24.03.2020
Sport

Birra in comune e metro affollata: Atalanta-Valencia ha dato il via al contagio incontrollato in Lombardia

BERGAMO (Italia) – È senza dubbio la zona d’Italia più colpita dal coronavirus, quella in cui si contano più infettati e, purtroppo, anch...
22.03.2020
Sport

Coronavirus. In Bielorussia il campionato è partito a porte aperte. Il rimedio? “Bevete tanta vodka e fate la sauna!”

MINSK (Bielorussia) – Fa quasi impressione a dirlo, ma in Bielorussia neanche il coronavirus ferma il calcio: nonostante 51 casi di positività al COVID-19, i...
20.03.2020
Sport