Sport, 03 giugno 2019

Canizares schock: “Reyes correva, non è un eroe!”

L’ex portiere del Valencia e della nazionale spagnola non ha usato parole gentili nei confronti dell’ex collega di lavoro: “Sono morte altre persone, ma prego per le loro anime”

UTRERA (Spagna) – Il weekend appena trascorso verrà ricordato anche per la prematura morte di José Antonio Reyes, l’ex giocatore di Real Madrid, Atletico Madrid, Siviglia e Arsenal scomparso in seguito a un incidente stradale causato dall’alta velocità: il 35enne viaggiava a 237 km/h al momento della perdita del controllo della vettura che, in seguito all’urto, si è ribaltata e ha preso fuoco.

Un incidente e una morte prematura che ha lasciato tutti a bocca aperta, anche se qualche voce fuori dal coro non è mancata. Come quella di Santiago Canizares, ex portiere del Valencia e della nazionale spagnola, che su Twitter ha detto la sua, attirandosi molte critiche: “L'eccesso di velocità è un atteggiamento biasimevole. Nell'incidente ci sono state anche altre vittime oltre a chi guidava. Reyes non merita di essere omaggiato come se fosse un eroe, ma questo non significa che non mi rammarico per quanto successo e non prego per le loro anime”.

Ovviamente sul web Canizares ha ricevuto tantissime critiche, tanto è vero che lo stesso ex portiere ha dovuto chiarire la sua posizione. “Forse non mi sono spiegato bene. Certamente merita un tributo per la sua carriera e per quello che ha dato al calcio”. "Leggo opinioni di ogni tipo e le rispetto tutte, eccezionalmente oggi anche quelle accompagnate da insulti. Intendo solo condannare l'insensibilità e invitare tutti a riflettere su quanti errori facciamo. Penso sia perfettamente compatibile con il dolore”.

Guarda anche 

Svizzera, che guaio: Xhaka fuori 6-8 settimane

LONDRA (Gbr) - Così come già successo a settembre, nelle sfide decisive per le Qualificazioni al prossimo Mondiale, anche contro l'Irlanda del Nord (9 o...
28.09.2021
Sport

“Ringrazio Peter Pazmandy. Fu il primo a credere in me”

BELLINZONA - L’appuntamento è fissato in un bar del centro di Bellinzona: Jean Michel Aeby ha appena finito di pranzare con la squadra, un incont...
28.09.2021
Sport

Lugano incandescente: i bianconeri possono volare

LUCERNA – Vincere a Lucerna non è mai facile. Vincere a Lucerna, contro una squadra che quest’anno non ha ancora vinto, era ancora più difficile...
27.09.2021
Sport

“Difficile se non impossibile eliminare questo fenomeno”

GIUBIASCO - Un altro caso di violenza, un altro caso di teppismo sui campi del calcio regionale. Purtroppo negli ultimi anni sono aumentati in maniera esponenziale e...
27.09.2021
Sport