Sport, 31 maggio 2019

Si calò i pantaloncini davanti all’arbitro donna: un anno di stop

Il 14enne potrebbe vedere la sua pena dimezzata se si sottoporrà a un percorso rieducativo

MESTRE (Italia) – Una squalifica di un anno: è ciò che ha deciso il giudice sportivo della Lega dilettanti del Veneto per il 14enne che una settimana fa si è calato i pantaloncini inveendo contro un arbitro donna, durante una partita di un torneo Giovanissimi, invitandola a una prestazione sessuale.

La sentenza prevede il dimezzamento della pena se il ragazzo si sottoporrà a un percorso rieducativo.
Giulia Nicastro, la donna arbitro insultata anche dagli spalti e invitata a dedicarsi al lavoro più vecchio del mondo, venne offesa fin dall’inizio della partita. Poi durante l’esecuzione di un calcio d’angolo ecco l’episodio incriminato col 14enne che si abbassò i pantaloncini sfidandola: “Vediamo se hai il coraggio di espellermi oppure…”.

Guarda anche 

Allo stadio col coltello: in Italia ci è quasi scappato il morto

BOLOGNA (Italia) – Rischiare la vita per una partita di calcio. Rischiare la vita per un pantaloncino lanciato ai propri tifosi da un giocatore. Sembra folle raccon...
10.12.2019
Sport

“La crisi dell'HCL? Gli stranieri. E quel mio gol col Gordola nell'88...”

LUGANO - Fabio Regazziè consigliere nazionale del PPD, titolare dell’omonima azienda di Gordola e presidente dell’Associazione industrie ticinesi....
10.12.2019
Sport

Svizzera e Italia insieme a EURO 2020 e quel Mondiale 1962...

LUGANO – Svizzera e Italia tornano ad affrontarsi nella fase finale di una competizione internazionale. Non succedeva, pensate, dai Mondiali del Cile del 1962....
09.12.2019
Sport

1 solo punto: ma che Lugano a Neuchâtel! E la cessione è a un passo

NEUCHÂTEL - Terzo risultato utile consecutivo, malgrado le assenze importanti di Bottani, Junior, Gerndt, Rodriguez, Sabbatini e Maric...
08.12.2019
Sport