Opinioni, 13 maggio 2019

“Sì all’onda verde tra Cadenazzo e Quartino”

*Dal Mattino della Domenica. Di "Gruppo in Gran Consiglio Lega dei Ticinesi"

Il prossimo 19 maggio i ticinesi saranno chiamati a esprimersi sul tema della fluidificazione del traffico sulla tratta di strada cantonale Cadenazzo-Quartino. Il credito da 3,3 milioni di franchi, approvato da Governo e Parlamento, ora referendato, prevede lo smantellamento di tre delle sei rotonde attuali (agli incroci Quartino Luserte, Contone ovest e Contone est) e la loro trasformazione in nodi a gestione semaforizzata. L’obiettivo è chiaro: stabilizzare il flusso di traffico e garantirne la priorità lungo l’asse principale Cadenazzo-Quartino, offrire una maggiore sicurezza a tutti gli utenti, compresi ciclisti e pedoni.

Sarà così possibile restituire qualità di vita al comparto, garantire la priorizzazione al trasporto pubblico su gomma, ridurre i tempi medi di percorrenza e il numero di giorni all’anno di congestione del traffico. Il progetto è realizzabile in tempi brevi e con un investimento contenuto e necessario anche in funzione del progetto A2-A13 - il cui dossier è attualmente a Berna - che tuttavia verrà realizzato non prima del 2035. La sola alternativa sarebbe l’ulteriore degrado della situazione nei prossimi anni, fino alla realizzazione del collegamento veloce A2-A13, senza che il Cantone possa più effettuare interventi.

Mentre in Ticino è già in atto il potenziamento del trasporto pubblico un’operazione, questa, condotta dal Dipartimento del territorio con FFS e i quattro agglomerati - occorre agire subito anche sulla tratta di strada cantonale Cadenazzo-Quartino, intervenendo con misure complementari efficaci. Il DT è già intervenuto negli ultimi anni, mettendo in atto due prime fasi di progetto.

Quella oggetto di votazione sarà la terza. Si ricorda che la cosiddetta onda verde non gioverà unicamente al traffico veicolare pendolare e locale, ma anche all’economia (perché ogni minuto perso in colonna genera costi esorbitanti!) e al turismo. Basta sprechi! Lanciare un referendum per mettere i bastoni tra le ruote agli automobilisti significa gettare fumo negli occhi ai ticinesi! Sul tavolo non esiste un’alternativa e non possiamo più aspettare! Pertanto, la Lega dei Ticinesi invita i cittadini a votare sì, il 19 maggio prossimo, alla fluidicazione del traffico sulla tratta Cadenazzo-Quartino.

*Edizione del 12 maggio 2019

Guarda anche 

Mattia Melera - Docenti tendenziosi, non è forse ora di agire?

Ha destato scalpore negli scorsi giorni il caso di una verifica di geografia dall’impostazione a dir poco faziosa, proposta in una scuola media del Sottoceneri. In ...
29.05.2019
Opinioni

Mattia Melera - Nuova legge UE sulle armi, no grazie

La modifica della legge sulle armi proposta da Bruxelles (e voluta da Berna) sarà oggetto di votazione il prossimo 19 ...
01.05.2019
Opinioni

“Se si chiede scusa, bisogna avere il diritto di porre rimedio”

Non si placano le polemiche per l’episodio avvenuto qualche giorno fa durante la trasmissione tv “Politicamente scorretto”. La scelta di far indicare...
16.05.2019
Opinioni

Semafori SI – semafori No: ecco il dilemma. Appello alla popolazione ticinese per un sì di solidarietà.

*Di Giorgio Pellanda Come primo firmatario della mozione a favore del credito governativo che ha raccolto l’adesione della maggioranza qualificata del Gran Consi...
15.05.2019
Opinioni