Mondo, 30 aprile 2019

Democrazia UE: Metà dei tedeschi non conosce nemmeno un candidato alle elezioni europee

Quando mancano poco più di tre settimane alle elezioni del parlamento europeo, l'attesa non sembra essere febbrile, perlomeno in Germania dove, stando ad un sondaggio, quasi la metà dei tedeschi non conosce il nome di nemmeno un candidato.

Circa il 45% degli intervistati ha affermato infatti di non conoscere nessuno dei nove principali candidati che rappresentano sei partiti parlamentari tedeschi, stando a un sondaggio YouGov commissionato dall'agenzia di stampa tedesca dpa.

Uno dei due migliori candidati schierati dai socialdemocratici, Katarina Barley, che è anche il ministro della Giustizia tedesco, risulta essere il politico più noto della lista in quanto quasi il 40% degli intervistati è stato in grado di citarla .

Barley è seguita da vicino da Joerg Meuthen, un co-presidente del partito di opposizione di destra Alternative für Deutschland (AfD), che si è rivelato essere conosciuto dal 35% degli intervistati. Al terzo posto il candidato "di punta" della CDU di Angela Merkel Manfred Weber.

Lo stesso vale per il candidato principale di FDP, Nicola Beer, che è nota al 26 percento delle persone intervistate. Un risultato del genere potrebbe essere particolarmente deludente per Weber, che è l'unico tra i candidati tedeschi in lizza per la carica di presidente della Commissione europea dopo le elezioni di maggio.

Tutti gli altri candidati sono molto indietro, raccogliendo percentuali quattro e il 15% degli intervistati. "Non sono per niente sotto i riflettori", ha affermato un uomo al portale RT a Berlino. "Per la maggior parte, questi sono candidati che nessuno ha mai sentito nominare."

Non solo i cittadini tedeschi conoscono poco i propri candidati al parlamento europeo, ma molti di loro non sa nemmeno dire in che data, o addirittura solo il mese, di quando si terranno le elezioni. Solo il 37% dei cittadini tedeschi è stato in grado di nominare la data o almeno il mese in cui è previsto lo scrutinio, secondo il sondaggio Eurobarometro commissionato dallo stesso Parlamento europeo.

Ma non molto meglio fanno i cittadini UE negli altri paesi. In media, la percentuale di cittadini dell'Unione europea che sanno quando dovrebbero presenziare al voto, almeno approssimativamente, si attesta al 38%, ha mostrato un sondaggio condotto a febbraio e marzo. Quasi un quarto degli intervistati ha risposto che si terrà in un determinato momento "quest'anno", mentre un altro 27% ha ammesso di non sapere del tutto quando si svolgeranno le elezioni.

Guarda anche 

Il patrimonio complessivo di Unia è di quasi un miliardo di franchi, "i compagni sono dei buoni capitalisti"

Una recente sentenza del Tribunale federale ha rivelato parte del patrimonio a disposizione del sindacato Unia. Il più grande sindacato della Svizzera possedeva be...
17.09.2021
Svizzera

L'Ue approva 14 miliardi per cercare nuove adesioni nei balcani e la Turchia

Pioggia di soldi per i paesi balcanici non ancora membri dell'UE e la Turchia in vista di un'adesione all'Unione europea. Nei giorni scorsi il Consiglio Europ...
13.09.2021
Mondo

Una decisione irrispettosa: gli americani partono male

LUGANO - Chicago hanno schiacciato il bottone sbagliato! Il signor Joe Mansueto e i suoi accoliti hanno pensato bene di aggiungere anche Abel Braga alla lista delle ...
05.09.2021
Ticino

«Boa sorte mister». Ma è così senza senso l’esonero di Braga?

LUGANO – È stato un risveglio travagliato quello di ieri per tutti i tifosi del Lugano, per i calciatori, per gli addetti ai lavori, per noi giornalisti&hell...
02.09.2021
Sport