Opinioni, 28 marzo 2019

Scuola: ripartiamo dai docenti!

In questi mesi si è parlato molto della scuola ticinese. Tuttavia, nell’attuale dibattito, non sia è dato sufficiente risalto a chi la scuola la fa.

Penso ai docenti, agli operatori e ai dirigenti scolastici che ogni giorno si impegnano per accogliere gli allievi e per stimolare la loro crescita sul piano cognitivo, affettivo e relazionale.
La scuola si occupa dei cittadini di domani: docenti, risorse specializzate e dirigenti, ogni giorno si impegnano con entusiasmo, determinazione, sensibilità e tenacia a creare un ambiente accogliente e stimolante per gli allievi, in collaborazione con le famiglie e le autorità.
Nel mio programma politico ho parlato più volte della necessità di diminuire la burocrazia perché questa rallenta l’attivazione dei progetti e l’applicazione rapida di soluzioni a problemi complessi che richiedono invece risposte immediate.

Anche nel sistema scolastico, purtroppo, il metodo non è differente. Nel mio ruolo di Sindaco mi sono confrontato con la riorganizzazione dell’istituto scolastico comunale e mi sono accorto di quante sollecitazioni e di quante responsabilità ricadono sul direttore, sui docenti e sugli operatori scolastici.

L’implementazione del Piano di Studio, la formazione continua, la stesura delle comunicazioni ai genitori accompagnati dai colloqui, i colloqui per la pianificazione della frequenza alla scuola dell’infanzia, le procedure di accelerazione e di rallentamento, le riunioni di rete, la progettazione di percorsi e di attività coerenti con la didattica per competenze, la personalizzazione degli apprendimenti; questi sono solo alcuni esempi che dimostrano su quanti piani deve attivarsi chi, come detto, opera nel settore e di conseguenza fa la “nostra scuola”.
Come genitore di due figli in età scolastica, mi sono anche reso conto che i docenti sono figure di riferimento essenziali nel percorso di crescita dei nostri figli!

Ritengo dunque importantissimo continuare a migliorare la qualità della nostra scuola, a tutti i livelli, ripartendo dai docenti e mettendo al centro la crescita dei nostri giovani!
 
Raffaele De Rosa
Deputato in Gran Consiglio
Candidato PPD al Consiglio di Stato

Guarda anche 

Tredicesima AVS: a Lugano avrebbe potuto essere realtà dal 2009

Sono passati quasi 11 anni dal 10 febbraio 2009. Quella sera, dopo oltre tre ore di dibattito, il triciclo PLR-PPD-PSS in Consiglio comunale di Lugano affossò il M...
25.01.2020
Opinioni

Il giudice politicizzato ed i fascisti climatici

Una sentenza scandalosa, degna di una Repubblica delle banane. Questa è l’unica definizione possibile per l’astrusa decisione, presa dal giudice unico ...
17.01.2020
Opinioni

Polarizzazione fra i giovani? Prevedibile da tempo!

Il Il tema della polarizzazione fra i giovani è sempre più alla ribalta in Ticino, spinto soprattutto dai media che ne parlano in modo crescente.  ...
14.01.2020
Opinioni

E noi paghiamo i ristorni?

E’ notizia di ieri che all’interno di UBS Ticino verranno cancellati 20 posti di lavoro. Il motivo: le difficoltà d’accesso al mercato del Belpae...
14.01.2020
Opinioni