Opinioni, 28 marzo 2019

Scuola: ripartiamo dai docenti!

In questi mesi si è parlato molto della scuola ticinese. Tuttavia, nell’attuale dibattito, non sia è dato sufficiente risalto a chi la scuola la fa.

Penso ai docenti, agli operatori e ai dirigenti scolastici che ogni giorno si impegnano per accogliere gli allievi e per stimolare la loro crescita sul piano cognitivo, affettivo e relazionale.
La scuola si occupa dei cittadini di domani: docenti, risorse specializzate e dirigenti, ogni giorno si impegnano con entusiasmo, determinazione, sensibilità e tenacia a creare un ambiente accogliente e stimolante per gli allievi, in collaborazione con le famiglie e le autorità.
Nel mio programma politico ho parlato più volte della necessità di diminuire la burocrazia perché questa rallenta l’attivazione dei progetti e l’applicazione rapida di soluzioni a problemi complessi che richiedono invece risposte immediate.

Anche nel sistema scolastico, purtroppo, il metodo non è differente. Nel mio ruolo di Sindaco mi sono confrontato con la riorganizzazione dell’istituto scolastico comunale e mi sono accorto di quante sollecitazioni e di quante responsabilità ricadono sul direttore, sui docenti e sugli operatori scolastici.

L’implementazione del Piano di Studio, la formazione continua, la stesura delle comunicazioni ai genitori accompagnati dai colloqui, i colloqui per la pianificazione della frequenza alla scuola dell’infanzia, le procedure di accelerazione e di rallentamento, le riunioni di rete, la progettazione di percorsi e di attività coerenti con la didattica per competenze, la personalizzazione degli apprendimenti; questi sono solo alcuni esempi che dimostrano su quanti piani deve attivarsi chi, come detto, opera nel settore e di conseguenza fa la “nostra scuola”.
Come genitore di due figli in età scolastica, mi sono anche reso conto che i docenti sono figure di riferimento essenziali nel percorso di crescita dei nostri figli!

Ritengo dunque importantissimo continuare a migliorare la qualità della nostra scuola, a tutti i livelli, ripartendo dai docenti e mettendo al centro la crescita dei nostri giovani!
 
Raffaele De Rosa
Deputato in Gran Consiglio
Candidato PPD al Consiglio di Stato

Guarda anche 

Mattia Melera - Docenti tendenziosi, non è forse ora di agire?

Ha destato scalpore negli scorsi giorni il caso di una verifica di geografia dall’impostazione a dir poco faziosa, proposta in una scuola media del Sottoceneri. In ...
29.05.2019
Opinioni

Mattia Melera - Nuova legge UE sulle armi, no grazie

La modifica della legge sulle armi proposta da Bruxelles (e voluta da Berna) sarà oggetto di votazione il prossimo 19 ...
01.05.2019
Opinioni

“Se si chiede scusa, bisogna avere il diritto di porre rimedio”

Non si placano le polemiche per l’episodio avvenuto qualche giorno fa durante la trasmissione tv “Politicamente scorretto”. La scelta di far indicare...
16.05.2019
Opinioni

Semafori SI – semafori No: ecco il dilemma. Appello alla popolazione ticinese per un sì di solidarietà.

*Di Giorgio Pellanda Come primo firmatario della mozione a favore del credito governativo che ha raccolto l’adesione della maggioranza qualificata del Gran Consi...
15.05.2019
Opinioni