Opinioni, 28 marzo 2019

Scuola: ripartiamo dai docenti!

In questi mesi si è parlato molto della scuola ticinese. Tuttavia, nell’attuale dibattito, non sia è dato sufficiente risalto a chi la scuola la fa.

Penso ai docenti, agli operatori e ai dirigenti scolastici che ogni giorno si impegnano per accogliere gli allievi e per stimolare la loro crescita sul piano cognitivo, affettivo e relazionale.
La scuola si occupa dei cittadini di domani: docenti, risorse specializzate e dirigenti, ogni giorno si impegnano con entusiasmo, determinazione, sensibilità e tenacia a creare un ambiente accogliente e stimolante per gli allievi, in collaborazione con le famiglie e le autorità.
Nel mio programma politico ho parlato più volte della necessità di diminuire la burocrazia perché questa rallenta l’attivazione dei progetti e l’applicazione rapida di soluzioni a problemi complessi che richiedono invece risposte immediate.

Anche nel sistema scolastico, purtroppo, il metodo non è differente. Nel mio ruolo di Sindaco mi sono confrontato con la riorganizzazione dell’istituto scolastico comunale e mi sono accorto di quante sollecitazioni e di quante responsabilità ricadono sul direttore, sui docenti e sugli operatori scolastici.

L’implementazione del Piano di Studio, la formazione continua, la stesura delle comunicazioni ai genitori accompagnati dai colloqui, i colloqui per la pianificazione della frequenza alla scuola dell’infanzia, le procedure di accelerazione e di rallentamento, le riunioni di rete, la progettazione di percorsi e di attività coerenti con la didattica per competenze, la personalizzazione degli apprendimenti; questi sono solo alcuni esempi che dimostrano su quanti piani deve attivarsi chi, come detto, opera nel settore e di conseguenza fa la “nostra scuola”.
Come genitore di due figli in età scolastica, mi sono anche reso conto che i docenti sono figure di riferimento essenziali nel percorso di crescita dei nostri figli!

Ritengo dunque importantissimo continuare a migliorare la qualità della nostra scuola, a tutti i livelli, ripartendo dai docenti e mettendo al centro la crescita dei nostri giovani!
 
Raffaele De Rosa
Deputato in Gran Consiglio
Candidato PPD al Consiglio di Stato

Guarda anche 

Salario minimo? Sì, ma senza la libera circolazione! Sennò…

Le difficoltà nel trovare un accordo sull’introduzione del salario minimo dimostrano quanto il Ticino sia impantanato a causa della devastante libe...
02.12.2019
Opinioni

Caso "imam", cagnara grottesca e strumentale

Visto che il presidente della sezione PS di Lugano Raoul Ghisletta insiste nel pubblicizzare la vicenda della naturalizzazione dell’imam di Viganello sospesa dalla ...
28.11.2019
Opinioni

Cadregari verdi allo sbaraglio

La fame di cadreghe imperversa tra i Verdi-anguria (verdi fuori, rossi dentro). Adesso la presidenta nazionale Regula Rytz, già candidata (non eletta) al Consig...
23.11.2019
Opinioni

Manteniamo vivo il nostro aeroporto

Già lunedì prossimo il Consiglio comunale di Lugano sarà chiamato a decidere sul futuro dell’aeroporto di Lugano-Agno: tema, questo, che da div...
23.11.2019
Opinioni