Svizzera, 20 marzo 2019

Il presidente del parlamento ungherese in visita al Consiglio nazionale e i socialisti lasciano la sala, "una vergogna"

Il presidente del parlamento ungherese Laszlo Kövér era oggi in visita al Consiglio nazionale a Berna durante la sessione delle Camere federali. Al suo arrivo nella sala del Nazionale i parlamentari del Partito socialista avrebbero lasciato la sala in occasione del del saluto di rito. Lo hanno riportato diversi parlamentari presenti, pubblicando la foto delle sedie lasciate vuote dai colleghi socialisti. Fra questi, il Consigliere nazionale Marco Chiesa, che non ha esitato a definire l'azione dei socialisti "una vergogna".

L'uscita del gruppo socialista, probabilmente un atto di protesta contro la politica in materia di immigrazione del governo ungherese, non è stata apprezzata dal consigliere nazionale UDC, fra l'altro anche futuro membro del Gruppo di lavoro Svizzera-Ungheria che verrà costituito proprio oggi.

"Il nostro Paese ha l’onore di salutare il presidente dell’assemblea nazionale ungherese Laszlo Kövér - scrive Chiesa su Facebook - E i socialisti cosa fanno? Lasciano la sala! Un bell’esempio di civiltà e tolleranza da parte della sinistra. Forse i nostri nuovi “Savonarola” senza macchia e senza peccato dimenticano che questi rappresentanti sono stati democraticamente eletti dal popolo ungherese. E anche se non incarnano la loro linea politica, perché sono critici rispetto all'UE, meritano rispetto!"


Guarda anche 

SONDAGGIO – Super League a 12 squadre: favorevole o contrario?

LUGANO – Non sarà una semplice giornata come le altre quella del 23 novembre per la Super League, infatti i club saranno chiamati a esprimersi sui possibili ...
22.08.2019
Sport

Cantiamo Sottovoce, precursore di Internet e YouTube

Superata con slancio la boa del Cinquantesimo, il Gruppo Cantiamo Sottovoce prosegue il suo cammino alla ricerca del piacere di cantare insiem...
18.08.2019
Ticino

Per Cassis la Svizzera non è una priorità: grazie PLR!

“Non mi sentirete mai dire Switzerland first”. Chi ha pronunciato questa frase? Il manager straniero di una multinazionale? Un soldatino o una soldatina del P...
05.08.2019
Svizzera

Cassis: "Da me non sentirete mai dire che la Svizzera viene per prima"

"Da me non sentirete mai dire Switzerland First": lo afferma il consigliere federale Ignazio Cassis in un intervista pubblicata domenica dal SonntagsBlick, seco...
05.08.2019
Svizzera