Svizzera, 25 gennaio 2019

Fatture Serafe, ancora confusione tra dati errati e comunicazioni discordanti

Il cambiamento della ditta di riscossione del canone radiotelevisivo ha causato non pochi problemi e disguidi: indirizzi sbagliati, numero di persone nell'abitazione errato, eccetera (vedi articoli correlati) e la situazione non sembra migliorare con il passare dei giorni.

Serafe ha indicato quale causa dei disguidi gli uffici del controllo abitanti dei comuni che avrebbero comunicato all'azienda dei dati errati e ha chiesto alle persone che hanno ricevuto fatture contenti dati sbagliati di rivolgersi al proprio comune. Cosa che però non è piaciuta a quest'ultimi, in particolare quelli più popolati, che sono stati così subissati di chiamate e richieste da parte dei propri abitanti. Dopo un incontro avvenuto tra le parti negli scorsi giorni l'Ufficio federale delle comunicazioni (UFCOM) ha pubblicato un comunicato che chiede agli utenti di non più rivolgersi al proprio comune ma di contattare direttamente Serafe.

Se non fosse che se uno va sul sito dell'azienda, sotto la sezione "Domande e risposte" alla voce "Cosa devo fare se note inesatezze nell'indirizzo della fattura del canone radiotelevisivo ?" viene rimandato a una pagina della stessa UFCOM in cui c'è scritto di rivolgersi al "servizio competente del Suo Comune o Cantone" (vedere immagine sotto).




A peggiorare la situazione il fatto che molti utenti non sono riusciti a mettersi in contatto con Serafe, probabilmente anch'essa subissata di richieste. Forse l'idea di inviare gran parte delle fatture tutte insieme all'inizio dell'anno (in tutto 3,6 milioni) non è stata azzeccata. Per chi ha ricevuto fatture contenenti dati sbagliati non rimane che armarsi di pazienza in attesa che sia fatta chiarezza e i servizi competenti siano nuovamente raggiungibili.

Guarda anche 

SONDAGGIO – Super League a 12 squadre: favorevole o contrario?

LUGANO – Non sarà una semplice giornata come le altre quella del 23 novembre per la Super League, infatti i club saranno chiamati a esprimersi sui possibili ...
22.08.2019
Sport

Cantiamo Sottovoce, precursore di Internet e YouTube

Superata con slancio la boa del Cinquantesimo, il Gruppo Cantiamo Sottovoce prosegue il suo cammino alla ricerca del piacere di cantare insiem...
18.08.2019
Ticino

Per Cassis la Svizzera non è una priorità: grazie PLR!

“Non mi sentirete mai dire Switzerland first”. Chi ha pronunciato questa frase? Il manager straniero di una multinazionale? Un soldatino o una soldatina del P...
05.08.2019
Svizzera

Cassis: "Da me non sentirete mai dire che la Svizzera viene per prima"

"Da me non sentirete mai dire Switzerland First": lo afferma il consigliere federale Ignazio Cassis in un intervista pubblicata domenica dal SonntagsBlick, seco...
05.08.2019
Svizzera