Sport, 15 gennaio 2019

Sadiku, al cuore non si comanda

L’approdo dell’albanese in maglia bianconera è ormai cosa fatta: visite mediche superate

LUGANO – Una visita medica, un ammiccamento che andava avanti da diverso tempo, un amore che non è mai finito. Ecco perché Armando Sadiku è ormai a un passo dal vestire per la terza volta la maglia bianconera del Lugano, ecco perché Angelo Renzetti ha praticamente regalato a Fabio Celestini quel bomber che mancava nel suo scacchiere tattico. Il tutto, nonostante la necessità di aprire il borsellino per andare incontro alle necessità del Levante.

Sì perché l’attaccante albanese, tolto dalla lista della squadra valenciana quest’estate dopo il brutto infortunio al ginocchio, e reinserito in rosa nelle ultime settimane, stando a quanto riportato da "Marca" non sarebbe potuto partire in prestito a causa di un articolo del regolamento spagnolo. A meno di una partenza a titolo definitivo.

Ecco perché il Lugano ha monitorato da vicino le sue visite mediche, ecco perché il Lugano ha cercato di fare mercato in uscita, sta cercando di risparmiare su alcuni ingaggi e gli sta preparando un posto nella rosa (sarà Janko a fargli posto). 

Guarda anche 

Casinò Lugano: fortunella vince oltre 250'000 CHF

Le slot delle Mongolfiere volano alto con il jackpot Mega che dopo cinque mesi regala tanta felicità a una fortunata vincitrice che ha por...
03.08.2020
Ticino

Tanto coraggio e una gemma: una vittoria fondamentale per un Lugano che deve ancora correre

LUGANO – Dopo 4 pareggi consecutivi, di cui alcuni rocamboleschi e da mangiarsi le mani, il Lugano ieri sera a Cornaredo è tornato a conquistare quei 3 impor...
23.07.2020
Sport

Il nuovo sigillo di Inler e lo strapotere di Erdogan: la prima volta del Basaksehir

ISTANBUL (Turchia) – Dopo aver toccato l’apice della carriera, soprattutto con la maglia del Napoli e del Leicester (è stato campione d’Inghilter...
23.07.2020
Sport

La follia post lockdown: organizza una partita infetti contro sani!

PAMPLONA (Spagna) – Durante il lockdown, durante la punta più intensa della pandemia del COVID-19, un po’ tutti speravamo che da questa situazione ne s...
20.07.2020
Sport