Sport, 15 gennaio 2019

Sadiku, al cuore non si comanda

L’approdo dell’albanese in maglia bianconera è ormai cosa fatta: visite mediche superate

LUGANO – Una visita medica, un ammiccamento che andava avanti da diverso tempo, un amore che non è mai finito. Ecco perché Armando Sadiku è ormai a un passo dal vestire per la terza volta la maglia bianconera del Lugano, ecco perché Angelo Renzetti ha praticamente regalato a Fabio Celestini quel bomber che mancava nel suo scacchiere tattico. Il tutto, nonostante la necessità di aprire il borsellino per andare incontro alle necessità del Levante.

Sì perché l’attaccante albanese, tolto dalla lista della squadra valenciana quest’estate dopo il brutto infortunio al ginocchio, e reinserito in rosa nelle ultime settimane, stando a quanto riportato da "Marca" non sarebbe potuto partire in prestito a causa di un articolo del regolamento spagnolo. A meno di una partenza a titolo definitivo.

Ecco perché il Lugano ha monitorato da vicino le sue visite mediche, ecco perché il Lugano ha cercato di fare mercato in uscita, sta cercando di risparmiare su alcuni ingaggi e gli sta preparando un posto nella rosa (sarà Janko a fargli posto). 

Guarda anche 

Il calcio e l’FC Lugano piangono Pietro Anastasi

TORINO (Italia) - La notizia è giunta in una tranquilla serata e ha lasciato gli appassionati di calci e i tifosi del mondo del pallone che fu con l’amaro in...
18.01.2020
Sport

Novoselskiy non è contento: un passo indietro per il Lugano

LUGANO – Quest’estate poteva diventare il nuovo proprietario dell’FC Lugano, sette mesi dopo Leonid Novoselskiy non solo non è il presidente del ...
17.01.2020
Sport

GALLERY – Vittoria e festa con 15 "influencer“ italiane: il Manchester City si è dato alla pazza gioia

MANCHESTER (Gbr) – Non sarebbe certo una primizia, non sarebbe certo una cosa mai accaduta, ma resta il fatto che se fosse vera potrebbe sollevare un polverone. Sti...
16.01.2020
Sport

Effetto McIntyre: il Lugano ha ritrovato (forse) sé stesso e le reti di Klasen

LUGANO – Prima del 13 dicembre c’era un Lugano che faticava tremendamente non solo a centrare punti, ma anche a poter contare sulle reti dei suoi stranieri. D...
16.01.2020
Sport