Ticino, 14 dicembre 2018

Un altro frontaliere insulta la polizia sui social, il giorno dopo lo vanno a prendere al posto di lavoro

Un frontaliere, si presume italiano, ha nuovamente insultato la polizia ticinese su Facebook dopo aver ricevuto una multa. Il post in questione (vedere immagine sotto) è ampiamente circolato ieri sui social ticinesi. "Vi giuro che quando vado in pensione vi ammazzo sbirri b*****i!! Dovete morire!" erano i propositi poco amichevoli del frontaliere. E oggi la notizia, riportata da Liberatv, secondo cui la polizia è andata a prelevare il signore in questione per verbalizzarlo.



L’uomo nel frattempo ha rilasciato alcune dichiarazioni al portale ticinolibero.ch: “Ho espresso solo un mio pensiero, perché mi sembra che i poliziotti ce l’hanno con gli italiani. Io non vado a rubare in Svizzera”.

E ancora: “Ho una figlia da mantenere, e il mio datore di lavoro mi dovrebbe licenziare perché ho espresso un mio parere? Non per come lavoro, mi spacco le braccia dalla mattina alla sera!”. 

E poi contesta la multa, a suo dire troppo severa: “Mi hanno fatto una multa per due secondi in cui ho preso in mano il cellulare per vedere dove dovevo andare a prendere mia figlia. Non ho chiamato né mandato messaggi, solo guardato”.

E a proposito del post incriminato l’uomo ha aggiunto: “Non pensavo facesse tutto questo casino. Non ho minacciato una persona in particolare, parlavo in generale. E sono cose che si dicono per rabbia”.

Difficile prevedere verso quali sanzioni penali va incontro, dal momento che quasi certamente non si tratta di minacce vere e proprie ma piuttosto di una sfuriata dovuta a una multa ritenuta ingiustificata. L'azienda per cui il frontaliere lavora – si tratterebbe della Rapelli di Stabio – non avrebbe deciso ancora per nessun provvedimento.

Aggiornamento 17:04: Il frontaliere è stato licenziato. Lo ha fatto sapere la Rapelli stessa ritenendo tale comportamento "incompatibile con la cultura aziendale e i valori" della ditta e che il licenziamento fosse un "provvedimento inevitabile".

Guarda anche 

Frontaliere espulso dopo 27 anni in Ticino: "Giusto così"

Il Tribunale federale, con sentenza datata 19 giugno e pubblicata ieri, ha confermato la revoca del permesso G a un frontaliere che lavorava in Ticino dal 1988.   ...
09.07.2020
Ticino

Fugge da un controllo di polizia e poi si dà fuoco

Dopo aver cercato di evitare un controllo della polizia, un uomo si è cosparso benzina a Winterthur e si è dato fuoco. Due agenti di polizia sono rimasti fe...
25.06.2020
Svizzera

Frontaliere perde il permesso perchè aveva precedenti, vince il ricorso al Tribunale federale

Lo scorso 16 marzo il Tribunale federale ha accolto il ricorso di una cameriera frontaliera cui il Dipartimento delle istituzioni aveva revocato il permesso G a causa di ...
22.04.2020
Ticino

Condivisero le foto dell’incidente di Kobe Bryant: otto poliziotti indagati!

LOS ANGELES (USA) – Una roba da non crederci: otto poliziotti della contea di Los Angeles sono sotto inchiesta per aver condiviso e diffuso le foto macabre della sc...
05.03.2020
Sport