Ticino, 14 dicembre 2018

Un altro frontaliere insulta la polizia sui social, il giorno dopo lo vanno a prendere al posto di lavoro

Un frontaliere, si presume italiano, ha nuovamente insultato la polizia ticinese su Facebook dopo aver ricevuto una multa. Il post in questione (vedere immagine sotto) è ampiamente circolato ieri sui social ticinesi. "Vi giuro che quando vado in pensione vi ammazzo sbirri b*****i!! Dovete morire!" erano i propositi poco amichevoli del frontaliere. E oggi la notizia, riportata da Liberatv, secondo cui la polizia è andata a prelevare il signore in questione per verbalizzarlo.



L’uomo nel frattempo ha rilasciato alcune dichiarazioni al portale ticinolibero.ch: “Ho espresso solo un mio pensiero, perché mi sembra che i poliziotti ce l’hanno con gli italiani. Io non vado a rubare in Svizzera”.

E ancora: “Ho una figlia da mantenere, e il mio datore di lavoro mi dovrebbe licenziare perché ho espresso un mio parere? Non per come lavoro, mi spacco le braccia dalla mattina alla sera!”. 

E poi contesta
la multa, a suo dire troppo severa: “Mi hanno fatto una multa per due secondi in cui ho preso in mano il cellulare per vedere dove dovevo andare a prendere mia figlia. Non ho chiamato né mandato messaggi, solo guardato”.

E a proposito del post incriminato l’uomo ha aggiunto: “Non pensavo facesse tutto questo casino. Non ho minacciato una persona in particolare, parlavo in generale. E sono cose che si dicono per rabbia”.

Difficile prevedere verso quali sanzioni penali va incontro, dal momento che quasi certamente non si tratta di minacce vere e proprie ma piuttosto di una sfuriata dovuta a una multa ritenuta ingiustificata. L'azienda per cui il frontaliere lavora – si tratterebbe della Rapelli di Stabio – non avrebbe deciso ancora per nessun provvedimento.

Aggiornamento 17:04: Il frontaliere è stato licenziato. Lo ha fatto sapere la Rapelli stessa ritenendo tale comportamento "incompatibile con la cultura aziendale e i valori" della ditta e che il licenziamento fosse un "provvedimento inevitabile".

Guarda anche 

12enne condivide video violenti su WhatsApp, la polizia va a prenderlo a scuola (senza dire niente ai genitori)

Da un amico, un dodicenne del canton Zurigo aveva ricevuto due video violenti. Attraverso l'applicazione Whatsapp gli aveva inviato video di corpi tagliati. Senza pen...
21.03.2019
Svizzera

Ubriaco e al volante: si schianta con la polizia a inseguirlo

GENOVA (Italia) – Dopo aver perso in casa contro l’Atalanta con la sua Sampdoria, Grégoire Defrel ha passato un altro brutto pezzo di giornata poco pi&...
12.03.2019
Sport

Macron vuole una polizia e un sistema d'asilo unico per i paesi Schengen (e in Svizzera l'idea non piace)

Il presidente francese Emmanuel Macron vuole "rimettere a nuovo lo spazioSchengen" per ripristinare "la libertà nella sicurezza". In una colonn...
07.03.2019
Mondo

Un altro poliziotto condannato per un inseguimento

Dopo quella emessa contro un poliziotto ginevrino, condannato per eccesso di velocità durante un inseguimento, una nuova condanna contro un agente di polizia nell&...
04.03.2019
Svizzera
x