Svizzera, 08 dicembre 2018

Il marito è in Israele a fare l'oppositore al suo paese d'origine, quindi lei può restare in Svizzera

Il marito è in Israele e sta facendo propaganda contro il governo eritreo. Quindi lei e la figlia hanno diritto di restare in Ticino. Non è una storia d’amore quella che emerge da una recente sentenza del Tribunale amministrativo federale (Taf), che ha accolto il ricorso di una donna eritrea, patrocinata dal signor Rosario Mastrosimone di Sos Ticino, e di sua figlia, giunte in Svizzera nel 2017.

La vicenda ha inizio in Eritrea, nel 2007, quando il marito evade dal carcere e fugge in Israele. Lì inizia a esprimere pareri critici sul governo eritreo. Su Facebook ma anche in radio e in televisione, tanto da diventare “uno dei rappresentanti de facto degli esiliati eritrei in Israele”, come lo definiscono i giudici del Tribunale amministrativo federale.

Il governo eritreo però non gradisce l’attività dell’uomo e nel 2014 arresta sua moglie
rimasta in patria. Dopo quattro mesi la donna viene rilasciata senza accuse formali, maa decide comunque di lasciare l’Eritrea, insieme alla figlia. E dove vanno? Non in Israele dal marito, rispettivamente padre, bensì in Svizzera, dove nel 2017 depositano una domanda d’asilo. La Segreteria di Stato della migrazione (Sem) la respinge e ordina l’allontanamento di madre e figlia. Ma esse, grazie all’aiuto di Sos Ticino, ricorrono, chiedendo il riconoscimento dello statuto di rifugiato o perlomeno una nuova valutazione delle loro domande.

E il Taf ha accolto il loro ricorso. I giudici ritengono che l’attività del marito in Israele potrebbe effettivamente mettere in pericolo le due richiedenti l’asilo in caso di ritorno in Eritrea. E quindi ordinano alla Sem di prendere una nuova decisione che tenga conto di questo pericolo. Ergo, di tenerle in Svizzera.

Guarda anche 

Il Consiglio federale non vuole tassare l'immigrazione

Richiedere un contributo finanziario a tutti coloro che immigrano in Svizzera. È l'idea lanciata dal consigliere agli Stati Andrea Caroni (PLR/AR) ma che non v...
21.02.2024
Svizzera

“Fischer per altri 2 anni? Scelta incomprensibile!”

LUGANO - Undici sconfitte consecutive e un Mondiale deludente (del 2023) non sono bastati per cambiare la guida tecnica della Nazionale! Patrick Fischer resta sulla ...
20.02.2024
Sport

Aumento record delle domande d'asilo nel 2023

La Segreteria di Stato della migrazione ha registrato un aumento significativo delle domande d’asilo nel 2023: 30’223 persone hanno chiesto asilo in Svizzera,...
16.02.2024
Svizzera

Immigrazione di massa: un decennio di prese in giro

9 febbraio 2024. Sono passati 10 anni dall’approvazione dell’iniziativa popolare “Contro l’immigrazione di massa” che, come dice il nome, mi...
11.02.2024
Opinioni

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto