Sport, 02 dicembre 2018

Ambrì a gonfie vele: settimo e col vento in poppa!

I leventinesi sembrano non volersi più fermare, inanellando una vittoria dietro l’altra

AMBRÌ – Secondo weekend da 6 punti, una maturità mostrata in ogni aspetto e una classifica che premia in maniera meritatissima il lavoro fatto e la crescita mentale esponenziale: l’Ambrì in questo momento è senza dubbio la squadra più in forma dell’intero campionato.

Tanto di cappello a Luca Cereda e al suo gruppo, che ha saputo tener duro anche quando i risultati non arrivavano, fino a trovare quella che sembra la quadratura perfetta del cerchio. I leventinesi, così come successo settimana scorsa, sono riusciti a imporsi in entrambi gli impegni settimanali, battendo con autorità il Rapperswil per poi battere, pur con qualche errore, il Friborgo.

È questo il dato che più va sottolineato: l’Ambrì ora vince anche quando non gioca benissimo, anche quando sbaglia, anche quando soffre, riuscendo a resistere quando deve, per poi punire nei momenti opportuni. E con giocatori come Kubalik, Zwerger e Müller è tutto più facile. Ma in casa biancoblù, benché i singoli siano determinanti, è l’intero gruppo a fare la differenza e a non mollare mai.

Tanto sacrificio, una grande sagacia tattica che ha permesso ai ragazzi di Cereda di compattarsi e di volare sull’onda dell’entusiasmo, superando la linea, issandosi al settimo posto, staccando la linea di 5 punti. E i due derby che si prospettano all’orizzonte, in questo momento, fanno meno paura…

Guarda anche 

Svizzera-Lugano-Zugo: Hofmann si racconta. “Ero quasi convinto di restare in bianconero”

MACOLIN – 30 gol e 21 assist in stagione regolare, 2 gol e 2 assist nei playoff. Sono numeri pesanti quelli che Gregory Hofmann si è lasciato alle spalle e c...
25.06.2019
Sport

Ed El Niño se ne va in gondola. L’hockey? Può aspettare

VENEZIA (Italia) – Messi da parte i Mondiali, con la NHL che ha appena chiuso i battenti della stagione con la prima storica vittoria dei St. Louis Blues, con il Dr...
25.06.2019
Sport

“HCAP, troppe competizioni. Lugano, servirà pazienza”

LUGANO/AMBRÌ - Pungente, irriverente (e molto scomodo, a volte), infine mai banale: l’ex giocatore e allenatore ticinese Roberto Mazzetti oggi fa il punto de...
24.06.2019
Sport

Reuille: “Che cosa mi preoccupa? La malvagità degli uomini”

LUGANO - Ben 1030 partite disputate con la maglia del Lugano, una decina di apparizioni in nazionale ed un titolo vinto, sempre con l’HCL, nel 2006. La nostra rubri...
17.06.2019
Ticino