Svizzera, 21 novembre 2018

La Svizzera non firmerà il Patto ONU per la migrazione (almeno per ora)

La Svizzera non firmerà il Patto ONU per la migrazione, almeno per il momento. Di fronte all'opposizione dell parlamento, il Consiglio federale ha deciso mercoledì di rinviare la sua decisione. Una decisione definitiva verrà dopo che la questione sarà discussa nelle Camere.

La Svizzera non sarà quindi presente alla conferenza di Marrakech il 10 e l'11 dicembre, quando il patto dovrà essere adottato formalmente. Il governo rimane tuttavia convinto che il testo "corrisponda agli interessi della Svizzera poiché mira a definire i parametri per una migrazione ordinata, che contribuirebbe a ridurre la migrazione irregolare".

Il 10 ottobre il governo ha annunciato che avrebbe firmato il documento redatto sotto la guida dell'ambasciatore svizzero presso l'ONU. Tuttavia, il ministro degli Esteri Ignazio Cassis ha recentemente affermato che questo passo potrebbe essere preso più tardi.

Fra le prime reazioni al cambiamento di rotta del Consiglio federale c'è quella del consigliere nazionale socialista Manuel Tornare, interpellato da "20 minutes", secondo cui la decisione è da collegare alla votazione di domenica prossima sull'autodeterminazione. "Hanno avuto paura che l'UDC utilizzi la decisione del Consiglio federale per convincere la gente a votare sì alla loro iniziativa" afferma il socialista, deluso dalla decisione che secondo lui danneggerà la reputazione della Svizzera "saremo paragonati a paesi come l'Austria e l'Ungheria che hanno tra i loro ranghi partiti fascisti" ha affermato. Un'altro motivo sarebbe la presenza di Cassis, il quale eletto soprattutto grazie al sostegno dell'UDC ora "deve ricambiare il favore".


Guarda anche 

La giustizia ticinese non trova Fiammetta Cicogna

Un altro nome illustre del mondo dello spettacolo italiano è finito nel mirino della giustizia ticinese. È Fiammetta Cicogna, nota modella e conduttrice tel...
19.02.2020
Ticino

Il coronavirus è trasmissibile (anche) via aerosol

Il Coronavirus che sta preoccupando il mondo si può trasmettere (anche) via aerosol. Lo hanno reso noto le autorità sanitarie cinesi. Secondo l’ultima...
19.02.2020
Mondo

Naturalizzazioni, la Lega: "in prima linea per limitare l'immigrazione"

La mozione di Nicholas Marioli (granconsigliere Lega dei Ticinesi nella legislatura 2015-2019) per limitare le naturalizzazioni è stata approvata. In sostanza, ...
19.02.2020
Ticino

"A Locarno bisogna continuare con la riqualifica del comparto Piazza Remo Rossi - Largo Zorzi"

Oggi incontriamo Valentina Ceschi, candidata al Municipio e al Consiglio comunale di Locarno che il prossimo 5 aprile cercherà di riconfermarsi in Consiglio comuna...
19.02.2020
Ticino