Mondo, 06 novembre 2018

20'000 migranti al confine della Croazia in attesa di entrare nell'UE, "tutti armati di coltello"

Più di 20'000 migranti provenienti dal Medio Oriente e dall'Africa sono concentrati al confine tra Bosnia- Erzegovina e la Croazia con l'intenzione di entrare nell'Unione Europea, riporta il quotidiano austriaco Kronen Zeitung.

Secondo il quotidiano, che fa riferimento a dichiarazioni del Ministero degli Interni della Bosnia, con riferimento al Ministero degli Interni del Paese, i migranti sono concentrati nella regionedi a Velika-Kladusa , a 220 km dal confine austriaco. I migranti sarebbero provenienti da Pakistan, Iran, Algeria e Marocco, e sarebbero quasi tutti in possesso di un coltello.

"Ora ne stanno arrivando altri, e
non famiglie, e fra di loro non ci sono quasi donne. Il 95% di questi migranti che vogliono attraversare il confine sono giovani uomini, quasi tutti armati di coltello. Un poliziotto è già stato pugnalato ", dichiara la fonte governativa citata dal Kronen Zeitung.

Secondo le autorità bosniache, circa 10'000 migranti sono già entrati nel paese quest'anno. Attraversando il confine, distruggono i loro documenti il che rende difficile la loro identificazione. Molti di loro cercano di entrare nell'Unione Europea. Secondo stime di esperti, il numero di migranti in Bosnia potrebbe superare i 50'000 entro la fine dell'anno.

Guarda anche 

"FFS escluse dal programma UE, quali provvedimenti intende prendere il Consiglio federale?"

È notizia di oggi che l’Ue ha sospeso la partecipazione della Svizzera al programma di ricerca “Partenariato europeo per la trasformazione del sistema ...
04.05.2021
Svizzera

"Per l'UE libera circolazione significa che tutti possono venire in Svizzera"

Il principale ostacolo alla conclusione di un accordo tra l'Unione europea e la Svizzera è l'interpretazione divergente della libera circolazione delle per...
28.04.2021
Svizzera

Vertice sul clima: il discorso di Macron interrotto per dare la parola a Putin (che non sa di essere ripreso)

Nemmeno le videoconferenze dei capi di stato sono esenti da disguidi e problemi tecnici. Nella videoconferenza sul clima voluta dal presidente americano Joe Biden il disc...
26.04.2021
Mondo

No al calcio per soli ricchi e all’ipocrisia della FIFA

LUGANO - La Super Lega di calcio, specie di salotto ovattato per ricchi potentati della pelota, è già finita. La rivolta di improvvisati “ma...
26.04.2021
Sport