Mondo, 05 novembre 2018

"Non vogliamo finti rifugiati", ancora proteste contro i richiedenti l'asilo in Corea del Sud

foto theeconomist
"Rimpatriate i falsi rifugiati ", si può leggere su uno dei cartelloni esposti dai manifestanti nel centro di Seoul in una protesta verso la fine ottobre. Bersaglio del malcontento, riporta il portale The Economist, è un gruppo di 339 yemeniti che erano arrivati ​​durante l'estate sull'isola di Jeju, una località turistica a sud del paese, per cercare asilo dalla guerra civile nel loro paese. "Non li vogliamo qui, e il governo sta solo cercando di zittirci", ha detto un manifestante a un'agenzia di stampa locale.

Le proteste sono state organizzate in risposta alla decisione del governo di negare ai 339 yemeniti lo status di rifugiato, ma ciònonostante ha deciso di permettere loro di rimanere temporaneamente, per motivi umanitari. I richiedenti l'asilo sono arrivati a Jeju perché il governo aveva cercato di promuovere il turismo sull'isola permettendo alla maggior parte delle nazionalità di visitare senza bisogno, cosa che i richiedenti l'asilo hanno usato per entrare nel paese. Poco dopo il loro arrivo, cominciarono a circolare voci chefra questi richiedenti l'asilo ci fossero anche jihadisti e che alcuni di loro erano responsabili della scomparsa di una mezza dozzina di donne sull'isola.

Non è la prima volta che i sudcoreani scendono in strada per dire di no all'arrivo di richiedenti l'asilo. Già in luglio, con l'arrivo dei primi richiedenti, ci furono proteste (vedi articoli allegati). In diversi sondaggi sulla questione, la maggioranza dei sudcoreani ha detto di essere contraria all'ammissione dei yemeniti. Inoltre una petizione, che nel frattempo ha raggiunto oltre 700'000 firme, ha chiesto al governo di espellere i richiedenti l'asilo e di inasprire o abolire le leggi sull'asilo.

Guarda anche 

L'immigrazione è aumentata nel 2018 (nonostante l'entrata in vigore dell'iniziativa contro l'immigrazione di massa)

Nel 2018, oltre 140'000 persone sono immigrate in Svizzera, l'1,7% in più rispetto all'anno precedente. Questo nonostante l'entrata in vigore della...
15.02.2019
Svizzera

"Vedere la prima testa mozzata non mi ha affato colpita", jihadista "britannica" non si pente di essersi unita all'ISIS (ma vuole comunque tornare)

Shamima Begum (nella foto), partita nel 2015 dal Regno Unito per unirsi al gruppo jihadista ISIS in Siria, ha detto che vuole tornare nel Regno Unito nonostante la sua ma...
15.02.2019
Mondo

Ungheria, Orban vara piano per la natalità: "Solo gli Ungheresi possono dare un futuro alla propria nazione, non gli immigrati"

Il primo ministro ungherese Viktor Orbán ha presentato in questi giorni al parlamento di Budapest la propria strategia per favorire la natalità, f...
14.02.2019
Mondo

"Contro un Ticinistan", la proposta di Ghiringhelli di vietare le preghiere in pubblico fa discutere Oltralpe

La proposta di Giorgio Ghiringhelli, attualmente al vaglio in Gran Consiglio, di vietare le preghiere in pubblico sta facendo discutere nel resto della Svizzera. Diverse ...
14.02.2019
Svizzera