Mondo, 25 ottobre 2018

Per un attivista di sinistra la morte di Desirèe è colpa degli italiani "che non hanno saputo accogliere"

Poche ore dopo la pubblicazione della notizia dell'omicidio della giovane Desirèe Mariottini (vedi articoli correlati), il ministro dell'Interno Matteo Salvini si era recato di persona nel quartiere di San Lorenzo, a Roma, dove era stato rinvenuto il corpo della giovane ragazza. A ricevere il ministro e leader della Lega, oltre ai residenti del quartiere comprensibilmente sollevati che la politica, o almeno parte di essa, si renda presente e mostri la volontà di affrontare il problema del degrado e della criminalità nella zona, vi era anche una minoranza di simpatizzanti e attivisti di sinistra, apparantemente provenienti da centri sociali vicini, a contestare la presenza di Salvini.

Il motivo per cui queste persone contestavano la presenza di Matteo Salvini a San Lorenzo la si può forse capire da un post pubblicato su facebook da un altro attivista di sinistra, tale Armando Schiaffini. Nel post Schiaffini manifesta "solidarietà" al gruppo presente per contestare Salvini, i quali avrebbero dimostrato "umana vicinanza" agli autori del brutale omicidio di Desirèe Mariottini. Secondo Schiaffini infatti bisognerebbe "immedesimarsi" negli assassini della ragazza i quali avrebbero compiuto il terribile gesto a causa di una "depressione causata dalla violenza razzista" del governo italiano. I veri colpevoli, sempre secondo Schiaffini, sarebbero gli italiani "che non hanno saputo accogliere questi disperati". 


Guarda anche 

Allarme Stadio Olimpico di Roma: Italia-Svizzera a rischio?

ROMA (Italia) – Quasi sicuramente sarà il match decisivo sia per l’Italia che per la Svizzera. È la data che un po’ tutti abbiamo cerchiat...
11.10.2021
Sport

Elezioni comunali in Italia: Milano e Napoli al centrosinistra, ballottaggio a Roma

Domenica e lunedì gli italiani si recavano alle urne per eleggere i loro rappresentanti in diverse grandi città. A Milano, il sindaco uscente di centrosinis...
05.10.2021
Mondo

“Nell’Ajoie sto ritrovando stimoli ed entusiasmo!”

PORRENTRUY - Matteo Romanenghi è un giocatore scafato, uno a cui piace affrontare ogni sfida con la giusta attitudine e con l’ideale spirito battag...
27.09.2021
Sport

Aveva danneggiato antenne radio e veicoli militari, estremista di sinistra dovrà risarcire 250'000 franchi di danni

Un estremista di sinistra di 30 anni arrestato nel gennaio 2019 nel canton Zurigo per aver danneggiato diversi veicoli della polizia e antenne telefoniche è stato ...
05.09.2021
Svizzera