Mondo, 24 ottobre 2018

Roma, ragazza stuprata e uccisa da un gruppo di migranti

Una ragazza italiana di 16 anni è stata ritrovata morta in un cantiere nel quartiere di San Lorenzo a Roma in una zona conosciuta per essere un ritrovo di senzatetto e per lo spaccio di droga. Ritenuta inizialmente una morte per overdose, nelle ultime ore sono emersi nuovi dettagli : la ragazza, identificata con il nome di Desirèe Mariottini, sarebbe stata violentata e poi uccisa da un gruppo di migranti, descritti come "africani e arabi".

L'autopsia ha infatti chiarito che la ragazza è stata vittima di un'aggressione a sfondo sessuale mentre nelle ultime ore è arrivata la testimonianza di un senegalese arrivato sulla scena pochi attimi dopo la morte della ragazza, o forse mentre era ancora morente. "Sono arrivato lì tra mezzanotte o mezzanotte e mezza – ha raccontato l’uomo in tv –, sono entrato e c’era una ragazza che urlava. Ho guardato quella che urlava e c’era un’altra ragazza su un materasso: le avevano messo una coperta fino alla testa, ma si vedeva la testa. Non lo so se respirava, ma sembrava già morta, perché l’altra urlava e diceva che era morta". Secondo il presunto testimone oculare, quella notte, in quell’edificio del quartiere descritto come "teatro della movida più degradata", "c’erano africani e arabi: un po’ di gente, sette persone o sei". La ragazza che ancora si dibatteva, accanto a Desirée apparentemente esanime, sempre secondo il senegalese "era italiana: penso pure fosse romana, parlava romano".

E, aggiunge la stessa fonte, "urlava che l’avevano violentata, da quello che diceva lei erano stati sicuramente in tre o quattro, poi lei ha anche preso qualche droga perché lì si vende la droga. È stata drogata perché aveva sedici anni". Per gli investigatori la ragazza citata dall’africano potrebbe essere la cugina della giovanissima vittima. I primi rilievi sul luogo del ritrovamento del corpo della ragazza, quando l’identificazione non era ancora avvenuta, attribuivano "circa 30 anni" a quella donna morta "probabilmente per overdose". Poi è trapelato che il corpo, al momento della scoperta, era completamente senza vestiti. Infine è arrivata la notizia che, oltre alle tracce di droga nel sangue, c’erano "segni, evidenti, di uno stupro di gruppo".

Desirée si era allontanata da casa nella serata di venerdì: "Vado a dormire da un’amica", aveva raccontato a sua madre. Invece è arrivata fino all’edificio fatiscente di San Lorenzo. E lì ha trovato la morte.

(Fonti : ilgiornale.it, quotidiano.net)

Guarda anche 

"Al Consiglio federale piace farsi prendere in giro dall’Italia? A noi no"

"Sconcerto, ma nessuna sorpresa". La Lega dei Ticinesi, in un comunicato trasmesso ai media, prende posizione sulla risposta del Consiglio federale all'inte...
14.02.2019
Ticino

Il teletext mette in risalto l'Italia invece che la Svizzera, “evidentemente per la RSI lo stato di riferimento è l'Italia”

Sabato scorso il teletext della RSI metteva in risalto l'Italia nella classifica delle medaglie dei mondiali di sci di Are. Di norma, nelle competizioni internazional...
11.02.2019
Ticino

Elezioni in Abruzzo: Stravince la Lega, crollano sinistra e 5 Stelle

Le elezioni regionali in Abruzzo, regione del centro Italia, sono state ampiamente vinte dal centrodestra, con il suo candidato Marco Marsilio (in mezzo a Giorgia Meloni ...
11.02.2019
Mondo

A Vienna sempre più donne europee indossano il velo islamico per evitare di essere molestate da musulmani

Marcus Franz, medico ed ex deputato del Partito popolare austriaco OVP ha suscitato sdegno sui social media dopo aver affermato che le ragazze europee a Vienna hanno iniz...
09.02.2019
Mondo