Sport, 26 settembre 2018

Bienne esagerato, Ambrì per nulla convincente

L’1-5 incassato in casa al cospetto dei Seelanders fotografa appieno il match andato in scena ieri alla Valascia tra le due compagini

AMBRÌ – A essere sinceri, contro questo Bienne c’è poco da fare in questo momento quasi per tutti. Ecco perché il KO casalingo incassato dall’Ambrì ieri sera non sorprende, anche se i leventinesi, rispetto alle prime due uscite stagionali, hanno fatto più di un passo indietro.

Sì perché i ragazzi di Cereda questa volta non hanno davvero convinto al cospetto dei Seelanders che, se comandano la classifica a punteggio pieno, evidentemente non possono essere considerati una sorpresa. Soltanto un blackout incredibile, capitato durante gara-3 di semifinale degli scorsi playoff aveva negato ai ragazzi di Törmanen la finale… ripresisi da quella batosta, e dopo aver aggiunto qualche altro tassello importante nel loro organico, Fuchs e compagni vogliono tornare a fare la voce grossa fin da subito.

Il 5-1 col quale hanno espugnato la Valascia non ammette repliche e non lascia il benché minimo dubbio su chi abbia meritato veramente sul ghiaccio leventinese. L’Ambrì, da par suo, ha incassato la seconda sconfitta casalinga in altrettante partite, e se contro lo Zugo i tifosi biancoblù avevano fatto ritorno a casa con qualche sorriso, consci della buona prestazioni dei loro beniamini, questa volta il viaggio di rientro verso le proprie abitazioni è stato caratterizzato da molti più dubbi.

Dubbi che certamente staranno facendo capolino anche nei pensieri di Luca Cereda: in attacco la sua formazione ha creato ben poco, mentre in fase difensiva l’accoppiata Fischer-Kienzle (al rientro dopo la squalifica) non ne ha azzeccata praticamente una, tanto da favorire le marcature di Rajala e di Lüthi.

Ci sarà da aggiustare le idee e fare mente locale sugli errori, in vista della trasferta di venerdì in casa del Langnau.

Guarda anche 

Reuille: “Che cosa mi preoccupa? La malvagità degli uomini”

LUGANO - Ben 1030 partite disputate con la maglia del Lugano, una decina di apparizioni in nazionale ed un titolo vinto, sempre con l’HCL, nel 2006. La nostra rubri...
17.06.2019
Sport

SONDAGGIO – HCL, una barca in mezzo al lago: sono stati presi “i remi” giusti?

LUGANO – Dopo un lungo silenzio partito con la fine della tribolata stagione dello scorso anno, il Lugano lo scorso mese ha completato quei tasselli che erano rimas...
14.06.2019
Sport

In ballo c’è la Stanley Cup: un biglietto costa in media 3600 dollari!

BOSTON (USA) – L’adrenalina sale, l’attesa anche: gara-7 di finale mercoledì notte metterà in palio la Stanley Cup. Boston, dopo aver vint...
11.06.2019
Sport

“Complimenti ai nostri campioni”: quando la gufata arriva dal tuo quotidiano

ST. LOUIS (USA) – L’appuntamento con la storia è stato mancato tra le mura amiche: questa notte i St. Louis Blues non sono riusciti ad alzare al cielo ...
10.06.2019
Sport