Mondo, 14 settembre 2018

In Germania è (ancora) crisi nera, governo vicino alla fine?

Chemnitz, Chemnitz e ancora Chemnitz. L'onda lunga delle massicce manifestazioni che si sono tenute nella Germania orientale due settimane fa continuano a tenere banco in Germania e hanno scatenato ormai un'altra crisi di governo. Al centro di questa nuova crisi c'è Hans-Georg Maassen (nella foto a sinistra, insieme al ministro dell'Interno Horst Seehofer), il capo dei servizi d'informazione tedesco, accusato da ambienti di sinistra e vicini a Angela Merkel di aver minimizzato le violenze dei manifestanti e di aver trasmesso al partito di opposizione di destra AfD informazioni confidenziali. Accuse che Massen ha prontamente respinto.

"Merkel deve agire"

Il caso arriva ore dopo che il superiore diretto di Massen, il ministro dell'Interno Horst Seehofer, da mesi in conflitto con la Cancelliere, ha pubblicamente rinnovato la sua fiducia.

Una decisione scioccante per i socialdemocratici che chiedono a Angela Merkel il suo licenziamento.

"Per la dirigenza del SPD, è assolutamente chiaro che bisogna agire, Merkel deve agire ora", ha detto il segretario del partito Lars Klingbeil.

SPD pronto a lasciare ?

Questo caso potrebbe quindi destabilizzare il fragile governo di coalizione formato a marzo dopo sei mesi di negoziati e che era gi à quasi crollato all'inizio dell'estate a causa di un conflitto tra Merkel e Seehofer.

L'SPD, uno dei grandi perdenti alle ultime elezioni e ancora impegnato a risollevare la testa nei sondaggi che lo vedono ormai alla pari, se non sotto, a AfD, potrebbe utilizzare il caso del capo dell'intelligence tedesca come un "casus belli" per far cadere il governo a cui aveva fatto parte dopo travagliate negoziazioni e resistenze interne.

Guarda anche 

Germania, migrante prende in ostaggio un bambino per impedire la sua deportazione

Giovedì pomeriggio un migrante originario dal Ghana ha preso in ostaggio un bambino in un ufficio di immigrazione a Wismar, in Germania, per cercare di impedire la...
21.09.2019
Mondo

Migrante autore dell'omicidio che scatenò le proteste di Chemnitz condannato a 9 anni e mezzo di carcere

La morte del giovane Daniel Hillig (nella foto a sinistra) per mano di due migranti a Chemnitz, nella Germania orientale, aveva suscitato una viva commozione nel paese e ...
05.09.2019
Mondo

Berlino, rissa tra clan arabi in pieno giorno (VIDEO)

Numerose risse sono scoppiate nel quartiere Neukölln di Berlino nelle ultime settimane, risse che hanno messo in allerta i servizi di sicurezza della capitale. La...
02.09.2019
Mondo

In Germania dell'est vola la destra nazionalista anti-UE mentre crollano la Merkel e la sinistra

Le elezioni regionali in Sassonia e Brandenburgo, due popolosi stati dell'ex Germania dell'est, sono stati caratterizzati dal notevole balzo in avanti del partito...
02.09.2019
Mondo