Mondo, 27 agosto 2018

In Australia arriva il primo barcone in 4 anni, tutti arrestati i richiedenti l'asilo

La prima nave di richiedenti asilo ha raggiunto l'Australia in più di quattro anni, ha detto oggi un ministro del governo.

L'Australia ha virtualmente interrotto gli arrivi di questa nave usando la marina per respingerli e inviare i richiedenti l' asilo che arrivano via mare in centri di detenzione situati nelle isole del Pacifico di Papua Nuova Guinea e Nauru.

Ma un gruppo di persone è arrivato di recente nel nord-est dell'Australia su una barca da pesca dal Vietnam, ha dichiarato il ministro degli Interni Peter Dutton.

"Lavoreremo con le agenzie per assicurarci di rimpatriare queste persone nel loro paese di origine, una volta stabiliti tutti i fatti", ha detto Dutton ai giornalisti.

Dutton ha evocato una falla nella sorveglianza marittima riguardo la barca che è riuscita a raggiungere Cape Kimberley, nel nord-est dell'Austrlia.

Il ministro della polizia del Queensland Mark Ryan ha detto che 15 richiedenti asilo sono stati detenuti e che le autorità stavano cercando altre persone a bordo della barca vietnamita, che è stata rinvenuta domenica. 

Il governo austrliano aveva annunciato il 19 luglio 2013 che nessun richiedente asilo che arrivasse in barca avrebbe potuto stabilirsi in Australia. Singoli uomini furono inviati in Papua Nuova Guinea e altri furono mandati a Nauru. Le navi, per lo più provenienti dai porti indonesiani, arrivavano a un ritmo di oltre una al giorno portando con sè richiedenti l'asilo provenienti dal Medio Oriente, dall'Africa e dall'Asia. Dall'annuncio del governo del 2013, il flusso è da allora diminuito costantemente fino a cessare completamente circa un anno dopo.

(Fonte: foxnews.com)

Guarda anche 

La proposta di Trump, "i migranti mandiamoli nelle città di sinistra"

Secondo quanto riportato dal Washington Post,  l’amministrazione Trump avrebbero provato a “scaricare” i migranti nelle cosidde...
13.04.2019
Mondo

Prete multato per aver alloggiato un richiedente l'asilo in attesa di espulsione (e la sinistra si mobilita per lui)

Il pastore Norbert Valley (a destra nella foto) è stato interrogato giovedì mattina dal pubblico ministero di Neuchâtel, che prenderà la sua de...
11.04.2019
Svizzera

Al via il programma da 132 milioni di franchi per integrare i rifugiati nel mondo del lavoro

I rifugiati devono accedere più rapidamente al mondo del lavoro. Dopo aver già concordato con i Cantoni un programma comune di integrazione, il Consiglio fe...
12.04.2019
Svizzera

Carte prepagate dell'UE a migranti, fra i beneficiari anche un terrorista dell'ISIS

Quando è emerso il caso delle carte prepagate rilasciate dall'UE ai migranti in Grecia (vedi articoli correlati), molti sostenevano che si trattava di un'a...
05.04.2019
Mondo