Svizzera, 26 agosto 2018

Gli USA di Trump tendono la mano alla Svizzera: "Facciamo un accordo di libero scambio"

L'ambasciatore statunitense in Svizzera, Edward McMullen (nella foto), incoraggia domenica Berna a impegnarsi in nuovi negoziati commerciali con Washington. Un accordo di libero scambio sarebbe una buona cosa, ha affermato.

"Gli Stati Uniti sono ancora interessati a negoziati e il presidente degli Stati Uniti Donald Trump è un uomo d'affari, che è sempre aperto a un accordo", dice McMullen in un'intervista pubblicata su NZZ am Sonntag. Ma tocca alla Svizzera fare il primo passo, dice. "Vi incoraggio a farlo."

Gli Stati Uniti sono il secondo partner commerciale della Svizzera dopo la Germania. Nonostante l'importanza degli scambi commerciali, non esiste un accordo di libero scambio tra i due paesi. Nel 2006, le negoziazioni per un accordo erano stati interrotti principalmente a causa dell'opposizione degli agricoltori svizzeri e del settore bancario.

Per McMullen, la situazione attuale è cambiata: "Oggi la Svizzera è diversa da come era allora". L'ex-imprenditore di 54 anni è sorpreso dal modo in cui i due paesi sono strettamente collegati economicamente. "La posizione di partenza è promettente".

Il ministro dell'Economia svizzero Johann Schneider-Ammann aveva dichiarato un anno fa, durante una visita a Washington, che la Svizzera aveva bisogno di fare i compiti prima che venisse presentata una nuova proposta alle autorità statunitensi.

McMullen ha anche affrontato nel colloquio la questione del conflitto sulle tasse statunitensi in acciaio e alluminio, a cui sono soggette le società svizzere. Rileva che le procedure di esenzione sono possibili con le autorità statunitensi. "Sono sicuro che troveremo una soluzione amichevole", continua.

Diversi paesi, tra cui la Svizzera e l'Unione europea, hanno fatto appello all'Organizzazione mondiale del commercio (OMC). Considerano ingiustificate le tariffe applicate dal 23 marzo da Washington per importare alcuni prodotti in acciaio e alluminio.

Guarda anche 

Attivisti pro-clima inscenano una protesta in Consiglio nazionale, interrotta la seduta

Oltre 40 attivisti pro-clima dell'associazione "Klimastreik Schweiz" sono entrati nella sala del Consiglio nazionale giovedì mattina e hanno appeso u...
19.09.2019
Svizzera

"La Svizzera accolga almeno il 2% dei migranti soccorsi dalle ONG"

Una mozione presentata al Consiglio nazionale da rappresentanti eletti di tutti i gruppi parlamentari, ad eccezione dell'UDC, propone che la Svizzera accolga almeno i...
19.09.2019
Svizzera

Swiss Championship of Poker: Un record elvetico al Casinò di Lugano

La quinta edizione dello Swiss Championship of Poker che si è tenuta al Casinò di Lugano nelle ultime due settimane è stato un vero e proprio torneo ...
17.09.2019
Ticino

In aumento i richiedenti l'asilo dalla Turchia, "vogliamo andare in Europa e ci causeremo guai" (VIDEO)

È notizia di ieri che il numero di domande d'asilo presentate da cittadini turchi è aumentato in modo significativo negli ultimi anni, in particolare da...
16.09.2019
Mondo