Sport, 24 agosto 2018

“No alle donne in curva”: il caso si propaga a macchia d’olio

A Siracusa però le ultrà questa volta si ribellano e si sciolgono

SIRACUSA (Italia) – Nei giorni scorsi il caso della Curva Nord della Lazio, che invitava le donne a non sedersi nelle prime nove fila del settore più caldo dello stadio Olimpico di Roma, ha fatto il giro del mondo e ha fatto parlare molto anche alle nostre latitudini.

Ma non tutti hanno attaccato questa presa di posizione, anzi… gli ultras del Siracusa hanno dato sostegno a quelli laziali. “La curva Anna Siracusa - si legge in un volantino - si allinea al comunicato diramato dalla curva nord Lazio... Da sempre le prime file dei gradoni vengono occupate da chi vive la curva. Non c'è sessismo né discriminazione nei confronti delle donne che occupano file retrostanti. Questo è testimoniato dal fatto che la nostra curva porta il nome di una grande donna e dal fatto che nel nostro gruppo sono presenti le Aretusee, ragazze cresciute con ordine e disciplina”. Da quest’anno però il posto per le ragazze in curva sarà retrocesso di qualche posizione “non per demeriti ma per la nuova linea adottata”.

In risposta a tali parole, le ultrà hanno deciso di sciogliersi: “Noi aretusee ci dissociamo da questo pensiero e nonostante i sacrifici fatti per essere sempre presenti al fianco dei nostri fratelli, pieghiamo il nostro striscione e la nostra bandiera dichiarando chiuso il movimento femminile Aretusee. Una decisione triste, una scelta dura e parecchio difficile".

Guarda anche 

Tifoso dell'Italia condannato per aver festeggiato "troppo" la vittoria nella semifinale degli europei

La vittoria dell'Italia contro la Spagna nella semifinale degli Europei di calcio il 6 luglio scorso ha portato ad una condanna penale a Martigny, nel canton Vallese....
16.10.2021
Svizzera

Un ex Lugano positivo al covid

SALERNO (Italia) – Il suo addio al Lugano, in direzione Empoli, non era stato esattamente idilliaco. C’erano stati alcuni battibecchi tra il giocatore, il suo...
17.10.2021
Sport

Calcio in faccia sul campo di 4a Lega: kosovaro condannato a 30 mesi di carcere, ma non espulso

GINEVRA – Vi avevamo raccontato nel 2018 di quanto avvenuto su un campo di calcio del Canton Ginevra, in occasione della sfida tra Versoix e FC Kosova: una vera e p...
15.10.2021
Sport

“È come se mi avessero tolto l’aria. 5 anni di squalifica… sono troppi”

LOCARNO – 5 anni di squalifica. Questa la decisione presa dalla Disciplinare della FTC nei confronti di Saverio Manfreda, reo dei fatti accaduti lo scorso mese dura...
14.10.2021
Sport