Sport, 20 agosto 2018

Caso volantino in curva: le donne rispondono agli ultrà. “La Curva Nord è anche nostra”

La reazione è stata immediata dopo l’incredibile divieto di sedersi nelle prime file del settore riservato al tifo più caldo della Lazio

ROMA (Italia) – Ha fatto molto discutere, anche alle nostre latitudini, il caso del volantino comparso sabato nella Curva Nord della Lazio. Un volantino sessista, discriminatorio con il quale si invitava le donne a non occupare i posti delle nove prime file del settore, perché zona “di trincea”.

La reazione da parte del gentil sesso che occupa la Curva non si è fatta attendere: “Siamo un gruppo di Donne cresciute in curva - recita un comunicato di un gruppo di ragazze che vuole restare anonimo - che vedono la curva come un ruolo sacro e che rispettano quel codice non scritto, ma siamo rimaste indignate nel leggere quelle undici righe nero su bianco e fatte girare di mano in mano prima della partita. Anche noi prendiamo le distanze da quei laziali che non danno il giusto valore alla Nord con comportamenti poco adeguati, come prendiamo le distanze da quei laziali che con gesti e parole non si ricordano che sono stati messi al mondo da una Donna”.

Anche la società capitolina ha preso le distanze dal volantino, sottolineando come sia sempre “contro ogni forma di discriminazione”. Nel frattempo ci sarebbero già stati i primi identificati da parte delle forze dell’ordine: si potrebbe configurare il reato di discriminazione.

Guarda anche 

Il calcio e l’FC Lugano piangono Pietro Anastasi

TORINO (Italia) - La notizia è giunta in una tranquilla serata e ha lasciato gli appassionati di calci e i tifosi del mondo del pallone che fu con l’amaro in...
18.01.2020
Sport

Novoselskiy non è contento: un passo indietro per il Lugano

LUGANO – Quest’estate poteva diventare il nuovo proprietario dell’FC Lugano, sette mesi dopo Leonid Novoselskiy non solo non è il presidente del ...
17.01.2020
Sport

In carcere per aver pagato gli operai 20 centesimi all'ora

Il titolare di una società fallita nel 2018 è stato denunciato da quindici dei suoi ex dipendenti e posto in detenzione preventiva a Ginevra. L'accusa &...
16.01.2020
Svizzera

GALLERY – Vittoria e festa con 15 "influencer“ italiane: il Manchester City si è dato alla pazza gioia

MANCHESTER (Gbr) – Non sarebbe certo una primizia, non sarebbe certo una cosa mai accaduta, ma resta il fatto che se fosse vera potrebbe sollevare un polverone. Sti...
16.01.2020
Sport