Sport, 14 agosto 2018

Renzetti: “Ci manca un difensore? Non potevamo in ogni caso giocare in 12…”

Il numero 1 del Lugano ha analizzato il pareggio maturato contro il GC, non disdegnando qualche rimprovero ad Abascal e una frecciatina a Golemic: “Non c’erano offerte buone, ma è voluto partire mettendoci in difficoltà…”

LUGANO – 4 punti in 4 partite di campionato: l’avvio stagionale del Lugano è stato un po’ in luce ed ombra. Se solo sabato non fosse giunto il 2-2 del GC al 95’, la classifica sarebbe stata tutt’altra, così come l’umore dalle parti di Cornaredo.

La sfuriata di Angelo Renzetti di settimana scorsa, durante la quale ha minacciato un “ripulisti generale” ha fatto rumore e ha creato qualche istante di panico sabato sera al termine della sfida contro le Cavallette: “Cosa farà ora il presidente dopo questo clamoroso pareggio?”. È stata questa la domanda che in tanti ci siamo posti… di concreto il numero 1 del club bianconero non ha fatto nulla, ma la sua idea è stata e resta molto chiara.

“Abbiamo fatto una bella partita in sostanza, ma poi abbiamo buttato via tutto – ha risposto – Dobbiamo imparare da questi errori”.

Errori fatti in campo, ma anche in panchina?
Non voglio fare polemica, in tanti non hanno capito alcune scelte prese anche dall’allenatore. Evidentemente il mio pensiero non è così sbagliato…

Eppure Abascal a fine match ci ha spiegato ogni cambio. Qual’era il senso degli avvicendamenti fatti…
Ognuno la può pensare a suo modo, ognuno può leggere le partite come crede, ma alla fine abbiamo comunque preso il 2-2…

Il mister dice che gli manca un difensore: potrebbe arrivare Maric…
In ogni caso non possiamo mica giocare in 12! Sabato eravamo in 11 contro 11, abbiamo concesso due palle ferme e abbiamo commesso due errori di marcatura molto banali.

Quanto vi ha scombussolato i piani la partenza di Golemic?
Semplicemente non era una partenza prevista, perché non era arrivata nessuna offerta buona per le nostre casse. Invece il giocatore si è imputato, ha deciso di partire in ogni caso ed è stato impossibile trattenerlo, e sostituirlo immediatamente, mettendo così in difficoltà la sua ormai ex squadra.

Di conseguenza non siete riusciti a incassare la cifra che avevate in mente…
Chiaramente no, ma non voglio fare polemiche. Golemic è partito, appartiene al passato e noi dobbiamo guardare avanti, imparando dalle difficoltà che stiamo incontrando ora.

Guarda anche 

Nella giornata dei pareggi, al Lugano non basta Janga

LUGANO – Certo la vittoria non è arrivata – ma le conferma e la continuità di risultati quest’anno non sono certo di casa a Lugano –...
24.02.2020
Sport

Coronavirus: Ferma la Serie A… a rischio anche l’Europa League. C’è chi propone: “Giochiamola in Svizzera”

MILANO (Italia) – La Serie A nella giornata di ieri si è fermata: ben quattro partite non si sono disputate per il Coronavirus, tra questa Inter-Sampdoria ch...
24.02.2020
Sport

Incubo playout: quando Lugano e Berna hanno battagliato per altro

LUGANO – Lugano vs Berna, Berna vs Lugano: una classica del nostro massimo campionato. Come Davos-Zurigo oppure Berna-Davos, o ancora Lugano-Davos. Sfide mai banali...
24.02.2020
Sport

Lugano… da incubo! Ambrì, è playout

LUGANO/AMBRÌ – Se dovessimo spiegare cosa significa un weekend da incubo, sportivamente parlando, potremmo prendere ad esempio quello che si è appena ...
23.02.2020
Sport