Svizzera, 27 giugno 2018

Si voterà sulla libera circolazione, l'iniziativa "per un'immigrazione moderata" ha raccolto oltre 125 mila firme

L'iniziativa dell'UDC "Per un'iniziativa moderata" ha quasi sicuramente superato lo scoglio delle 100'000 firme per essere sottoposta al voto popolare. Lo ha dichiarato oggi Albert Rösti al Blick, secondo cui sarebbero oltre 125'000 le firme raccolte da quando è stata lanciata l'iniziativa precisando che anche se le firme devono ancora essere vidimate dalla cancelleria federale la raccolta firme può dirsi riuscita.

Rösti si è inoltre detto stupito dalla velocità con cui sono state raccolte le firme, in particolare nelle zone di frontiera più esposte all'immigrazione e al frontalierato come il Ticino, Ginevra, Vaud e Basilea il che dimostra a suo dire quanto la tematica sia sentita.

L'iniziativa, lo ricordiamo, mira ad abolire la libera circolazione e a mettere in pratica quanto già votato dai cittadini svizzeri il 9 febbraio 2014, ossia l'introduzione di limiti all'immigrazione e ai frontalieri tramite contingenti. Secondo Rösti, se l'iniziativa venisse accolta ciò non metterebbe in pericolo gli altri accordi bilaterali perchè vantaggiosi sia per l'UE che per la Svizzera e verrebbero quindi mantenuti.


Guarda anche 

Libera circolazione: ancora una volta, la partitocrazia si schiera contro i ticinesi

La Lega dei Ticinesi prende atto, senza nessuna sorpresa, della decisione dei rappresentanti del triciclo euroturbo PLR-PPD-PSS (più partitini al segu...
16.08.2019
Ticino

Per Cassis la Svizzera non è una priorità: grazie PLR!

“Non mi sentirete mai dire Switzerland first”. Chi ha pronunciato questa frase? Il manager straniero di una multinazionale? Un soldatino o una soldatina del P...
05.08.2019
Svizzera

Cassis: "Da me non sentirete mai dire che la Svizzera viene per prima"

"Da me non sentirete mai dire Switzerland First": lo afferma il consigliere federale Ignazio Cassis in un intervista pubblicata domenica dal SonntagsBlick, seco...
05.08.2019
Svizzera

Il marito della "zingaraccia" che ha minacciato Salvini: "Ho rubato sì, ma agli svizzeri"

"A Salvini andrebbe tirato un proiettile in testa" è il proposito poco amichevole, ripreso da "Il Giornale", di una zingara residente in Italia...
04.08.2019
Mondo