Sport, 25 giugno 2018

SONDAGGIO – La Svizzera e le "Aquile": sono arrivate solo delle multe. Cosa ne pensi?

Xhaka, Shaqiri e Lichtsteiner potranno giocare contro la Costa Rica e l’eventuale ottavo di finale: le loro esultanze non sono state ritenute provocatorie

LUGANO – È inutile negarlo: in questi giorni, a partire da venerdì sera, si è quasi parlato, chiacchierato e discusso più delle esultanze di Xhaka, Shaqiri e Lichtsteiner contro la Serbia che di calcio giocato per quanto riguarda la nostra Nazionale.

Siti, social, blog tutti trattavano, ovviamente, questo tema. In qualsiasi bar in cui vi foste fermati a bere un caffè, difficilmente non avete sentito qualcuno discutere e dire la propria sulle ormai famose Aquile bicipiti mostrate dai tre giocatori elvetici in occasioni della vittoria ottenuta contro i serbi. Una vittoria preziosissima, ma che poteva diventare di colpo nefasta.

Sì, perché se quelle esultanze mostrate dai tre giocatori, ovvero dal capitano e da due giocatori di origine kosovara, in faccia ai tifosi serbi, fossero state ritenute provocatorie… ecco che sarebbe scattata una squalifica immediata da parte della FIFA. Una squalifica di due giornate che avrebbe privato Vlado Petkovic di tre pedine importanti non solo per la sfida di mercoledì contro la Costa Rica – dove ci dovrebbero essere comunque un paio di cambi – ma anche per l’eventuale ottavo di finale. Insomma… non esattamente poca cosa.

La FIFA, invece, le ha ritenute “semplicemente” antisportive: è così solo scattata una multa. Di 10'000 franchi per Xhaka e Shaqiri e di 10'000 franchi per Lichtsteiner. Insomma… poca roba, anche se da questa situazione tutta la Nazionale deve imparare, per non rischiare di compromettere un cammino che potrebbe farsi intrigante.

E voi cosa pensate di tutta questa vicenda? Fatecelo sapere tramite il nostro sondaggio.

Guarda anche 

Con mascherine e guanti: il campionato continua!

MANAGUA (Nicaragua) – Mentre in giro per il mondo praticamente tutti i campionati di calcio sono stati sospesi – in Europa fa eccezione al Bielorussia –...
26.03.2020
Sport

“Il coronavirus: come un camion che ti investe. Eroi chi vive in 70mq con tre figli”

BIRMINGHAM (Gbr) – “Ho avuto i primi sintomi settimana scorsa, sono stati giorni difficili in cui ho preso ogni precauzione per non contagiare chi vive con me...
24.03.2020
Sport

“Non ho più sintomi, eppure il tampone è ancora positivo”. Moglie e figli sono in Svizzera

ROMA (Italia) – Sono passati circa 10 giorni da quando Nicola Porro, noto giornalista italiano, ha annunciato di aver contratto il coronavirus. Le sue condizioni or...
23.03.2020
Magazine

Arriva l’ufficialità: annullati i nostri Mondiali di hockey!

ZURIGO – Lo si immaginava, lo si supponeva e si attendeva soltanto l’ufficialità che è arrivata in questi minuti: i Mondiali di hockey su ghiacc...
21.03.2020
Sport