Sport, 25 giugno 2018

SONDAGGIO – La Svizzera e le "Aquile": sono arrivate solo delle multe. Cosa ne pensi?

Xhaka, Shaqiri e Lichtsteiner potranno giocare contro la Costa Rica e l’eventuale ottavo di finale: le loro esultanze non sono state ritenute provocatorie

LUGANO – È inutile negarlo: in questi giorni, a partire da venerdì sera, si è quasi parlato, chiacchierato e discusso più delle esultanze di Xhaka, Shaqiri e Lichtsteiner contro la Serbia che di calcio giocato per quanto riguarda la nostra Nazionale.

Siti, social, blog tutti trattavano, ovviamente, questo tema. In qualsiasi bar in cui vi foste fermati a bere un caffè, difficilmente non avete sentito qualcuno discutere e dire la propria sulle ormai famose Aquile bicipiti mostrate dai tre giocatori elvetici in occasioni della vittoria ottenuta contro i serbi. Una vittoria preziosissima, ma che poteva diventare di colpo nefasta.

Sì, perché se quelle esultanze mostrate dai tre giocatori, ovvero dal capitano e da due giocatori di origine kosovara, in faccia ai tifosi serbi, fossero state ritenute provocatorie… ecco che sarebbe scattata una squalifica immediata da parte della FIFA. Una squalifica di due giornate che avrebbe privato Vlado Petkovic di tre pedine importanti non solo per la sfida di mercoledì contro la Costa Rica – dove ci dovrebbero essere comunque un paio di cambi – ma anche per l’eventuale ottavo di finale. Insomma… non esattamente poca cosa.

La FIFA, invece, le ha ritenute “semplicemente” antisportive: è così solo scattata una multa. Di 10'000 franchi per Xhaka e Shaqiri e di 10'000 franchi per Lichtsteiner. Insomma… poca roba, anche se da questa situazione tutta la Nazionale deve imparare, per non rischiare di compromettere un cammino che potrebbe farsi intrigante.

E voi cosa pensate di tutta questa vicenda? Fatecelo sapere tramite il nostro sondaggio.

Guarda anche 

Concorso di Elon Musk, Svizzera due volte sul podio

Il progetto Swissloop dell'ETH di Zurigo e il EPFLoop, sviluppato dai ricercatori EPFL, sono arrivati secondo rispettivamente terzo nella competizione Hyperloop, conc...
22.07.2019
Svizzera

Cade in casa per anziani e muore un mese dopo, sette anni dopo inizia il processo

Ci è voluta molta pazienza per gli eredi di una signora di 85 anni morta alla fine del 2012 in una casa per anziani del canton Vaud. Dopo sette anni di indagini, u...
22.07.2019
Svizzera

Jihadista residente a Ginevra arrestato in Siria, preparava attentati in Svizzera

Daniel D., ritenuto uno dei jihadisti svizzeri più pericolosi, è stato arrestato in Siria durante un'operazione coordinata delle forze curde, riferiva d...
22.07.2019
Svizzera

Ehi Lugano, sei primo in classifica! Che partenza per i bianconeri!

ZURIGO – È vero che dopo una sola giornata, “basta” vincere per ritrovarsi nelle prime posizioni in classifica, ma il primo posto in solitaria di...
22.07.2019
Sport