Mondo, 29 luglio 2018

La Spagna diventa la prima rotta per i migranti e ora chiede aiuto all'Europa (VIDEO)

A poco più di un mese dal « caso Aquarius », in cui in pratica il governo spagnolo annunciava al mondo che avrebbe tenuto le frontiere aperte all'immigrazione illegale dall'Africa, la Spagna è ormai diventata la principale porta d'entrata per i migranti che tentano di introdursi illegalmente in Europa. E negli ultimi giorni diversi episodi hanno dimostrato l'acuirsi del fenomeno, come il brutale assalto a Ceuta, alla frontiera tra Marocco e Spagna in Africa e lo sbarco di gommoni di migranti direttamente sulle spiagge spagnolo sotto gli occhi di turisti inorridit (vedi video sotto).


Il ministro degli interni spagnolo ha quindi chiesto ieri sia attuata una "soluzione europea al problema dell'immigrazione", mentre la guardia costiera spagnola annunciava di aver soccorso in due giorni più di 1.200 migranti in mare e i media spagnoli trasmettevano le immagini di gruppi di migranti africani che sono sbarcati direttamente sulle spiagge turistiche."Siamo venuti a vedere sul terreno i problemi che pone l'immigrazione, problema dell'immigrazione che è un problema dell'Europa, e quindi richiede una soluzione europea", ha detto sabato pomeriggio davanti alla stampa il ministro degli Interni Fernando Grande-Marlaska, del nuovo governo del socialista Pedro Sanchez, visitando la provincia di Cadice (sud), secondo una registrazione inviata dalla prefettura. Quest'ultimo stava viaggiando nel sud del paese per vedere come la polizia e la Croce Rossa stanno gestendo l'accoglienza de i migranti. Il servizio di salvataggio in mare aveva annunciato sabato sul suo account Twitter di aver aiutato durante il giorno 334 persone a bordo di 17 barche di fortuna. Venerdì, la guardia costiera aveva soccorso 888 persone in un giorno.  


(Fonte: LeSoir.be)

Guarda anche 

Il populismo arriva in Spagna? Esplodono i consensi per Vox, il partito che promette di "rendere la Spagna nuovamente grande"

Il partito spagnolo Vox sin dalla sua fondazione nel 2014 ha faticato a incidere sul panorama politico spagnolo. Nonostante le sue posizioni nazionaliste, anti-immigrazio...
12.11.2018
Mondo

Macron condanna il nazionalismo, Trump non trattiene le smorfie

In occasione della commemorazione del centenario dell'armistizio della prima guerra mondiale, Emmanuel Macron ha tenuto un discorso andato oltre il quadro storico. Ha...
12.11.2018
Mondo

100 anni fa finiva la prima guerra mondiale, cronologia degli ultimi giorni di un conflitto che ha cambiato la storia

L'11 novembre 1918, alle 11, suonò il cessate il fuoco della Prima Guerra Mondiale. Uno sguardo ai giorni precedenti allo storico armistizio che pose fine a qu...
11.11.2018
Mondo

Piccinocchi: “Queste sconfitte sono come delle sberle, ma dobbiamo avere fiducia”

LUGANO – Dopo due vittorie, che avevano rilanciato le speranze e le ambizioni del Lugano, sono giunte due sconfitte che hanno fatto sorgere qualche dubbio in pi&ugr...
11.11.2018
Sport