Mondo, 26 luglio 2018

Violenza mai vista al confine spagnolo in Africa, migranti attaccano poliziotti con lanciafiamme

Centinaia di migranti sono entrati con la forza nell'exclave spagnola di Ceuta, nel Nordafrica. Tra il 450 e il 600 i migranti avrebbero superato i doppi recinti a alti sei metri al mattino presto, secondo quanto riferito dai media spagnoli, citando la polizia.

 

Tra le altre cose, i migranti hanno attaccato poliziotti con lanciafiamme e calce incandescente fatti in casa, che hanno causato pericolose ustioni chimiche. È stato il più grande assalto degli ultimi anni nell'enclave sullo Stretto di Gibilterra. I migranti erano "brutali come mai prima", afferma un portavoce della polizia citato dall'agenzia di stampa Europa Press.

 

Quattro funzionari della Guardia Civil e undici migranti sono stati portati in un ospedale a Ceuta, riferiscono fonti. Le altre centinaia di migranti che hanno tentato di scavalcare il confine non ci sarebbero riusciti.

 

La Spagna ha due esclaves in Nord Africa, entrambe rivendicate dal Marocco: Ceuta sullo stretto di Gibilterra e Melilla a 250 chilometri a est. Nelle vicinanze delle due aree, decine di migliaia di africani, per lo più provenienti dall'Africa sub-sahariana, stanno aspettando l'opportunità di introdursi in Europa.

 

La scorsa settimana, l'Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (IOM) ha annunciato che per la prima volta la maggior parte dei migranti ha utilizzato la Spagna per entrare nell'UE. Il numero di immigrati sulla rotta del Mediterraneo centrale precedentemente privilegiata verso l'Italia, tuttavia, è recentemente diminuito significativamente, come annunciato dall'agenzia di frontiera dell'UE Frontex. A metà luglio, secondo l'OIM, circa 18.000 uomini, donne e bambini sono arrivati ​​in Spagna. Inoltre, quasi 3.000 migranti hanno tentato di entrare attraverso le regioni settentrionali spagnole di Melilla e Ceuta.

Guarda anche 

Il Cardinale nigeriano: "Gli europei devono smetterla di incoraggiare la partenza dei giovani africani. L'Africa ha bisogno di loro"

In un'intervista pubblicata dal „Catholic Herald“ la scorsa settimana, il cardinale nigeriano Francis Arinze (nella foto), in passato considerato uno dei ...
06.08.2019
Mondo

La Spagna socialista minaccia i proprietari dell'Aquarius con una multa di quasi un milione di euro per aver trasportato migranti

ll clamore mediatico e da parte della sinistra è stato grande quando l'Italia ha approvato in giugno un decreto in giugno che impone multe alle navi private ch...
18.07.2019
Mondo

L'Ebola è (di nuovo) un'emergenza mondiale

L'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) ha dichiarato mercoledì a Ginevra che l'epidemia di Ebola è ora un'emergenza sanitaria globa...
18.07.2019
Mondo

Dei corsi di nuoto per i richiedenti l'asilo per far diminuire gli annegamenti

Quasi la metà delle vittime di annegamento in Svizzera sono di origine straniera. Nel 2018 sono state 37 persone a perdere la vita l'anno scorso in laghi e cor...
18.07.2019
Svizzera