Svizzera, 08 maggio 2024

La polizia sgombera i manifestanti pro-Palestina dai politecnici di Zurigo e Losanna

Dopo cinque giorni, l'occupazione dell'Università di Losanna da parte di manifestanti filo-palestinesi è stata emulata martedì da studenti dell'università di Ginevra, all'EPFL di Écublens e all'EPFZ di Zurigo.

Da mezzogiorno più di un centinaio di persone del Coordinamento studentesco palestinese (CEP) hanno deciso di occupare una sala di Ginevra dove hanno appeso bandiere e striscioni con messaggi come: “Palestina libera, fermate il genocidio” e “Dal fiume al mare, la Palestina sarà libera”. Questo movimento ha deciso di reagire in particolare per solidarietà con gli studenti vodesi che occupano l'edificio Géopolis da giovedì scorso dopo un accordo con il rettorato.

Da parte dell'EPFL, secondo il sito “20 minutes”, gli studenti hanno iniziato l'occupazione di un intero edificio del campus. “Questa occupazione è il risultato dell’indignazione per il coinvolgimento dell’EPFL nel rischio di genocidio in Palestina, e degli sforzi della scuola per diversi mesi per censurare qualsiasi voce con un’opinione contraria alla propria”, denunciano gli studenti. A seguito di questa occupazione, la polizia è rapidamente intervenuta sgomberando i locali e l'edificio è stato transennato e il suo accesso è controllato da agenti di sicurezza.



Anche al Politecnico federale di Zurigo (EPFZ) i manifestanti hanno preso possesso dei locali, secondo diversi messaggi postati sul social network X. La polizia, però, è prontamente intervenuta per allontanarli. Una trentina di persone sono state arrestate e controllate. A Ginevra gli occupanti chiedono che l'Università prenda posizione contro la distruzione di “università, scuole e luoghi di istruzione a Gaza”, ma anche contro il “genocidio perpetrato da Israele”. Come a Losanna, per fermarli chiedono l'elenco di tutte le collaborazioni dell'UNIGE con le istituzioni accademiche israeliane.

All'Università di Losanna i manifestanti sono ancora mobilitati e hanno proposto un nuovo incontro con il rettorato, che dovrebbe svolgersi questo martedì alle 18.00. Ma il rettorato non ha ancora reso nota la sua posizione. Martedì ha chiesto agli occupanti di lasciare i locali. Secondo RTS, una cinquantina di loro hanno trascorso la notte nell'edificio Géopolis con sacchi a pelo, alcuni su divani o in tenda.

Guarda anche 

Pagano 6'000 franchi di affitto ma non hanno l'acqua calda

Negli ultimi anni il costo degli affitti è aumentato notevolmente in Svizzera. In particolare in alcune regioni, come la città di Zurigo, il prezzo per affi...
09.06.2024
Svizzera

Due ricercati per un violento omicidio in Germania arrestati in Svizzera

Due cittadini turchi sospettati di essere gli autori di un violento omicidio a Berlino sono stati arrestati a Ginevra la settimana scorsa. I due uomini, di 17 e 21 anni, ...
08.06.2024
Svizzera

A Ginevra trasporti pubblici gratuiti per i giovani

A Ginevra i giovani fino a 24 anni compresi potranno utilizzare i trasporti pubblici gratuitamente. Dopo due tentativi falliti, giovedì il Gran Consiglio ginevrino...
01.06.2024
Svizzera

"Si chiudono gli occhi a infiltrazioni anti-occidentali ed antisemite nelle Università e si versano contributi pubblici miliardari?"

Le occupazioni di diverse università svizzere nelle scorse settimane da parte di collettivi studenteschi pro-Palestina sono l'oggetto di un'interpellanza d...
30.05.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto