Svizzera, 14 marzo 2024

Un medicamento contro l'obesità rischia di costare centinaia di milioni di franchi alle casse malati

Il rimborso di un medicamento contro l'obesità rischia di costare centinaia di milioni di franchi alle casse malati e, quindi, ripercuotersi in futuro sui premi di cassa malati. Il medicamento in questione è il Wegovy e dal mese di marzo viene rimborsato nell'ambito dell'assicurazione di base, allo stesso modo degli equivalenti Saxenda e Ozempic, conferma l'Ufficio federale di statistica all'emittente SRF.



La prescrizione e la copertura assicurativa sono possibili solo per le persone notevolmente in sovrappeso o obese, ossia circa tra l'11 e il 13% della popolazione, secondo l'Ufficio federale della sanità (UFSP), che stima i costi aggiuntivi a livello assicurativo in circa 100 milioni di franchi all'anno. Gli assicuratori invece non sono così ottimisti. "Se solo il 2% degli adulti assume Wegovy ci aspettiamo costi aggiuntivi di almeno 300 milioni all'anno, senza contare gli onorari dei medici e altri costi terapeutici", teme Matthias Müller dell'organizzazione mantello Santésuisse.

Guarda anche 

Per il 2025 previsto un aumento dei premi di cassa malati del 6%

I premi di cassa malati dovrebbero subire un nuovo balzo anche nel 2025. Secondo le previsioni del sito Comparis, i premi delle casse malati aumenteranno mediamente del 6...
23.05.2024
Svizzera

A partire da luglio il prezzo dei farmaci esploderà

L'aumento dei costi della sanità è un argomento molto dibattuto e se in molti reclamano misure per perlomeno frenare questa crescita, la realtà &...
19.05.2024
Svizzera

Dal 2022 gli psicologi sono costati 200 milioni di franchi in più all'assicurazione di base

Dal 1° luglio 2022 gli psicologi possono fatturare le prestazioni prescritte dal medico nell’assicurazione di base. Ma il passaggio a questo modello (la cosidde...
07.05.2024
Svizzera

Per la prima volta le casse malati contestano l'apertura di un ospedale

Ora basta, sostengono le organizzazioni mantello Santésuisse e Curafutura. Appena poche settimane dopo l'annuncio dell'imminente apertura di un nuovo centr...
25.04.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto