Svizzera, 03 marzo 2024

"13esima AVS: finalmente!"

La Lega dei Ticinesi, con un comunicato stampa, si dice soddisfatta dell’approvazione odierna della Tredicesima AVS, accolta dai votanti sia in Ticino che a livello federale. “Come noto – si legge nel testo trasmesso ai media - la Lega si batte, praticamente dalla sua nascita, per il versamento di un sostegno finanziario agli anziani in difficoltà. Negli anni ha presentato varie proposte in questa direzione, anche a livello popolare”. Proposte che sono però state respinte a causa dell’opposizione della “partitocrazia, sinistra in primis”. Anche se l'oggetto approvato oggi è un aiuto “a innafiatoio” invece che mirato a determinate categorie in difficoltà la Lega l'ha sostenuta “in considerazione degli aumenti vertiginosi dei premi di cassa malati, delle bollette elettriche (ringraziamo anche la svolta verde ideologica) e dei prezzi in generale” e ritiene che la 13a AVS approvata oggi sia una compensazione al rincaro.

Per quanto riguarda il finanziamento della nuova prestazione il movimento di Via Monte Boglia sottolinea che si opporrà ad aumenti dell’IVA come pure dei contributi riscossi dai lavoratori e dai datori di lavoro e si batterà affinchè i fondi necessari a finanziare la 13a AVS vadano raccolti risparmiando sull’asilo, sulle prestazioni sociali agli stranieri, sugli aiuti all’estero, sui contributi all’UE ed all’Ucraina. “Tutti ambiti in cui il margine di manovra è assai ampio”. La Lega dei Ticinesi si dice inoltre soddisfatta anche della “prevedibile” bocciatura dell’iniziativa popolare PLR che chiedeva l’aumento dell’età pensionabile in una prima fase a 66 anni per tutti, con poi successivi adeguamenti automatici in base alla crescita della speranza di vita: “un modello che avrebbe sottratto in futuro il tema dell’età della pensione dal dibattito politico, legandolo tramite Costituzione ad un solo fattore (l’aumento della speranza di vita, appunto) e misconoscendo tutti gli altri”. A partire dalla situazione socioeconomica e del mercato del lavoro.



Per la Lega l'iniziativa dei giovani PLR “era particolarmente improponibile in Ticino vista la situazione sul mercato del lavoro del nostro Cantone, imputabile alla libera circolazione delle persone voluta dalla partitocrazia, a seguito della quale chi perde l’impiego a 55 anni (o anche prima) ha scarsissime possibilità di trovarne un altro”. La Lega dei Ticinesi fa infine sapere che si batterà contro qualsiasi proposta che miri ad un aumento dell’età della pensione.

Guarda anche 

“L'Associazione ErreDiPi ha sede al liceo di Bellinzona?”

L'Associazione ErreDiPi, che ha come obiettivo di difendere gli interessi degli assoggettati all'Istituto di Previdenza del Canton Ticino e che negli ultimi mesi ...
22.04.2024
Ticino

"Il Ministero pubblico conferma: non esiste alcun 'caso Gobbi'"

Il comunicato stampa del Ministero pubblico in cui si annuncia che un ufficiale della Polizia risulta indagato è la dimostrazione che il caso Gobbi non sussiste ed...
19.04.2024
Ticino

La Lega di Losone raddoppia!

Un grande ringraziamento a tutte le cittadine e a tutti i cittadini di Losone che hanno deciso di sostenere la Lega alle elezioni comunali. Siamo orgogliosi del risult...
17.04.2024
Ticino

"Una tassa al confine per fermare l'esplosione del traffico"

La Svizzera dovrebbe introdurre una tassa veicolare al confine in modo da limitare il traffico. È la proposta lanciata dalla Lega dei Ticinesi, firmata da Andrea C...
13.04.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto