Svizzera, 26 gennaio 2024

La Confederazione vuole tagliare centinaia di milioni di franchi nell'agricoltura

Il Consiglio federale vuole ridurre le spese nel settore agricolo del 2,5%, pari a 347 milioni di franchi, per gli anni dal 2026 al 2029. Ciò è dovuto alle misure di risparmio decise nel quadro del preventivo 2024. Per il periodo 2026-2029 l’agricoltura dovrebbe quindi ricevere complessivamente 13,67 miliardi di franchi, ovvero il 2,5% in meno rispetto al periodo 2022-2025.

Il Consiglio federale vuole sostenere ulteriormente l’adattamento della produzione agricola ai cambiamenti climatici e stanziare più soldi per il miglioramento strutturale dell’agricoltura, la selezione di varietà resistenti alle malattie e la protezione sostenibile delle piante. Le risorse necessarie verrebbero rese disponibili attraverso una riallocazione di alcune spese.

Al termine della consultazione, l'Unione svizzera dei contadini (USP) si è opposta sia alla riduzione del bilancio agricolo sia alla riallocazione dei fondi dal bilancio dei pagamenti diretti. E i miglioramenti strutturali in agricoltura dovrebbero comportare un aumento delle risorse e non attraverso una riallocazione, ritiene il sindacato. A ciò si aggiunge l’aumento generale dei prezzi. Un credito stabile per l’agricoltura, rispetto a quanto versato nel 2022-2025, equivarrebbe quindi già a una riduzione, continua l’USP.



Inoltre da quasi vent'anni le spese annuali della Confederazione per l'agricoltura ammontano a 3,6 miliardi di franchi. I 2,8 miliardi di pagamenti diretti sono legati a chiari benefici per le famiglie contadine. Infine, il reddito contadino è ancora ben al di sotto del livello di reddito di riferimento.

L'UDC riprende questo punto e esige una remunerazione che garantisca la sopravvivenza a lungo termine delle famiglie contadine. In un contesto di crisi complesse, l’agricoltura produttiva deve essere rafforzata a livello globale. L’UDC respinge il progetto e chiede, come l’USP, il mantenimento della dotazione finanziaria dal 2022 al 2025.

Secondo i Verdi Liberali, il progetto non affronta in modo sufficiente le sovvenzioni dannose per la biodiversità. È particolarmente incomprensibile che la promozione della vendita di carne non venga ridotta. Il Centro da parte sua non ha preso posizione.

Anche il PS e i Verdi respingono le misure di risparmio nei pagamenti diretti. Gli sforzi degli agricoltori per produrre nel modo più sostenibile possibile devono essere compensati equamente e la pianificazione deve essere sicura, ritiene il PS. È inoltre necessario adattare o evitare alcuni pagamenti, in particolare i sussidi che il partito considera dannosi per la biodiversità, compreso il sostegno alla promozione della vendita di prodotti animali.

L'Alleanza per l'ambiente, che riunisce Greenpeace, Pro Natura, ATE e WWF, sostiene il principio secondo cui l'agricoltura partecipi agli sforzi economici della Confederazione. Se le risorse aumentano, più aziende agricole dovrebbero poterne beneficiare. E i requisiti dovrebbero assolutamente essere adattati per essere coerenti con gli obiettivi della politica agricola e alimentare, aggiunge il PS. I Verdi chiedono inoltre che la promozione delle vendite venga riorganizzata e orientata alla produzione specifica del luogo e all'alimentazione sana. I contributi all’assicurazione del raccolto devono essere collegati all’adattamento al cambiamento climatico.

Guarda anche 

I contadini svizzeri rischiano di dover pagare di più per la benzina

Mentre la maggior parte degli automobilisti deve pagare quasi 77 centesimi di tasse per ogni litro di carburante, e nel caso del diesel addirittura quasi 80 centesimi, gl...
19.06.2024
Svizzera

I dipendenti della Confederazione guadagnano 2'000 franchi al mese in più dei loro colleghi nel settore privato

Chi lavora nel settore pubblico è spesso visto come un privilegiato rispetto a chi lavora nel privato. Un sentimento piuttosto giustificato, perlomeno se si confro...
16.06.2024
Svizzera

Karin Keller-Sutter vuole tagliare sussidi per miliardi di franchi

Le attività che vivono di sussidi federali rischiano di avere grosse difficoltà negli anni a venire. La Consigliere federale Karin Keller-Sutter vuole infat...
05.05.2024
Svizzera

La Confederazione spende 60'000 franchi per una gita scolastica in India

Che un ente pubblico contribuisca al finanziamento di attività scolastica, come una gita, non è nulla di nuovo. Ma forse hanno esagerato all'istituto Al...
14.04.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto