Svizzera, 29 dicembre 2023

Gli svizzeri si aspettano un peggioramento della loro situazione finanziaria nel 2024

Per il 2024 quasi un terzo della popolazione svizzera si aspetta un peggioramento della situazione finanziaria rispetto a oggi. I motivi più citati sono l’aumento dei premi di cassa malati e degli affitti, così come dei tassi di interesse ipotecari, secondo un sondaggio condotto da comparis.ch.”Molti svizzeri devono stringere ancora di più la cinghia, ma la stragrande maggioranza non vuole rinunciare alle vacanze e all`auto”, afferma Michael Kuhn, esperto Comparis in finanze e consumi.
“A causa dell'aumento dei costi, molti svizzeri devono stringere ancora di più la cinghia e questo si ripercuote sulla fiducia a livello finanziario”, spiega Kuhn.

L'83% delle persone intervistate si aspetta un peggioramento della propria situazione finanziaria a causa dell`incremento dei premi dell`assicurazione malattia. Con una quota dell`86%, gli uomini sono più propensi a credere che il rincaro dei premi di cassa malati peggiorerà la loro situazione finanziaria, mentre le donne condividono lo stesso parere per l'80%.



A livello di fasce d'età, il 90% di chi ha più di 56 anni ritiene che il motivo del peggioramento sia l`incremento dei premi dell`assicurazione malattia – la percentuale più elevata tra tutte le fasce.
Nonostante l`aumento dei prezzi, il 26% delle persone intervistate ritiene che nel 2024 la propria situazione finanziaria migliorerà rispetto a quest'anno. Con una quota del 30%, gli uomini si rivelano molto più ottimisti rispetto alle donne, tra le quali solo il 22% si aspetta un miglioramento.
Una quota maggiore, pari al 19%, si ritiene serena e può permettersi quasi tutto quello che desidera; il dato è tuttavia inferiore rispetto al 2021 e al 2022, anno in cui la percentuale si attestava al 23%.

Secondo Kuhn, la situazione finanziaria della maggior parte degli svizzeri rimane buona, ma è in aumento il numero delle persone intervistate che deve rinunciare ad acquisti per motivi economici. Tra gli uomini, la percentuale di chi può permettersi tutto quello che vorrebbe è pari al 7% è quindi superiore a quella delle donne, che si ferma al 3%. Osservando il reddito dell'economia domestica, il 10% di coloro che guadagnano più di 8`000 franchi non deve rinunciare a nulla, una percentuale più elevata di chi ha entrate fino a 4'000 franchi (3%) e da 4'000 a 8`000 franchi (4%). Il 77% delle donne risulta più propenso a rinunciare a spese inutili e acquisti spontanei, mentre la quota si ferma al 67% tra gli uomini.

Per quanto riguarda i redditi, le persone nella fascia fino a 4'000 franchi (53%) sono più propense a rinunciare alle vacanze rispetto a quelle con un reddito da 4'000 a 8'000 franchi (38%) e a quelle con entrate superiori a 8'000 franchi (28%). Infine, gli svizzeri non vogliono fare a meno dell`auto: solo il 28% delle persone intervistate è pronto a rinunciarci.

Guarda anche 

A Arbedo-Castione falsificate 48 schede di voto

Sono in tutto 48 le schede falsificate che hanno portato ad annullare le elezioni a Arbedo-Castione la scorsa domenica. Di queste, 26 erano schede di voto per il Municipi...
19.04.2024
Ticino

Le Olimpiadi si avvicinano: scatta la polemica sul body “sessista” degli USA

PARIGI (USA) – Le Olimpiadi di Parigi 2024 si avvicinano e gli USA, pronti a fare incetta di medaglie, iniziano facendo il pieno di polemiche. La prima, infatti, &e...
21.04.2024
Sport

A Arbedo-Castione schede Lega-UDC manipolate a favore del PLR

Sarebbero schede della lista Lega-UDC le “vittime” della manipolazione avvenuta alle elezioni comunali di Arbedo-Castione. Anche se il fatto non può es...
16.04.2024
Ticino

Elezioni, nei consigli comunali boom delle liste civiche e crollo di PLR e sinistra

Si è concluso da poco lo spoglio delle schede di voto dei consigli comunali e il risultato complessivo ha premiato liste civiche e partiti minori mentre arretrano ...
15.04.2024
Ticino

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto