Svizzera, 28 dicembre 2023

Dal primo gennaio fattura serafe anche a chi non ha apparecchi per guardare la TV

Dal 1° gennaio 2024 anche che è privo di apparecchio ricevente dovrà pagare il canone radiotelevisivo. A partire da questa data terminerà infatti per loro l'esenzione, il che per la SSR comporterà un ricavo supplementare di 2,2 milioni di franchi. Le famiglie interessate finora potevano presentare una richiesta di “opt-out”, ossia un'esenzione era prevista per un periodo di cinque anni a partire dall'inizio della riscossione della tassa da parte della società Serafe nel gennaio 2019, ha comunicato a Keystone-ATS l'Ufficio federale delle comunicazioni (UFCOM).
L'esenzione resta in vigore per i nuclei familiari beneficiari di prestazioni complementari, dei diplomatici nonché per le persone sorde o cieche.



Secondo il rapporto di attività 2022 di Serafe, che ha ripreso l’attività precedentemente svolta dalla società Billag, alla fine dello scorso anno 7'833 economie domestiche avevano beneficiato di questa esenzione. I dati più recenti non sono ancora disponibili. Ma l’UFCOM prevede che la fine dell’esenzione riguarderà circa 7'000 persone nel 2024.

Questa cifra corrisponde a tutte le richieste accettate. Non vengono presi in considerazione i respingimenti né il numero dei nuclei familiari sanzionati a seguito dei controlli. Tra gennaio 2019 e dicembre 2022 l’UFCOM ha effettuato visite presso 1463 economie domestiche per accertarsi che le condizioni di esenzione fossero soddisfatte e una sanzione è stata imposta in 174 casi.

Guarda anche 

La SSR incassa milioni grazie ai rifugiati (ed è la Confederazione a pagare)

I quasi 60'000 rifugiati registrati in Svizzera rappresentano per i cantoni e i comuni in cui alloggiano un costo finanziario elevato. Ma per la televisione pubblica ...
16.05.2023
Svizzera

Fa ricorso fino a Strasburgo per chiedere un canone TV ridotto per i single

Il Tribunale federale (TF) ha emesso la sua decisione giovedì scorso: "Il canone radiotelevisivo riscosso da Serafe AG per ogni famiglia non discrimina le per...
23.01.2023
Svizzera

L'Assemblea nazionale francese vota la soppressione del canone radiotelevisivo

La Francia si avvicina all'abolizione del canone radiotelevisivo, già promessa in campagna elettorale del presidente Emmanuel Macron. Il testo presentato da...
24.07.2022
Mondo

La Serafe ha quasi mezzo miliardo di franchi di riserve, verso una diminuzione del canone?

L'azienda Serafe, che dal 2019 si occupa della riscossione del canone radiotelevisivo in Svizzera, ha annunciato un fatturato di 1,399 miliardi di franchi per l...
21.04.2022
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto