Svizzera, 05 dicembre 2023

Il caffè non è mai costato tanto come adesso (e nel 2024 dovrebbe ancora aumentare)

Segno dell'aumento dei prezzi degli ultimi anni, una tazza di caffè al ristorante o al bar non è mai costata così tanto. Infatti, il prezzo medio di una tazzina nei bar, nelle caffetterie, nelle panetterie e nei caffè-bistrot è aumentato di 10 centesimi rispetto all'anno precedente. Dopo l'aumento di 9 centesimi dell'anno precedente, si tratta già del secondo aumento significativo consecutivo. Lo dimostra una valutazione dell'associazione del settore gastronomico Cafetiersuisse. Attualmente il caffè costa in media 4,49 franchi. Talvolta, tuttavia, a livello cantonale si riscontrano differenze significative.

L'aumento maggiore è avvenuto a Soletta, da 4,17 a 4,33 franchi. Tuttavia questo cantone è ancora tra quelli in cui si trova il caffè più economico. In testa, il canton Zurigo (da 4,58 a 4,69 franchi) toglie il primato al canton Zugo (da 4,62 a 4,66 franchi). Inoltre Zurigo ha battuto la concorrenza anche per quanto riguarda il prezzo più alto: il caffè più caro del sondaggio è costato l'incredibile cifra di... 6,50 franchi!

"Con un aumento del 2,59%, l'aumento dei prezzi del caffè è nettamente superiore al tasso di inflazione svizzero", spiega Hans-Peter Oettli, presidente di Cafetiersuisse. I principali fattori di costo che influenzano il prezzo di vendita restano i costi salariali e gli affitti, riferisce l'associazione. "L'aumento dei prezzi nel 2023 sarà significativo per il secondo anno consecutivo", spiega Hans-Peter Oettli. Secondo lui si tratta della reazione all'aumento di tutti i fattori di costo rilevanti nel settore della ristorazione. "C'è da aspettarsi che nei prossimi mesi saranno necessari ulteriori aumenti dei prezzi." Cafetiersuisse non fornisce raccomandazioni sui prezzi e precisa che la fissazione dei prezzi è lasciata alla discrezione di ciascun esercizio.



È la 36esima volta che Cafetiersuisse rileva i prezzi nella Svizzera tedesca, compresa la parte francofona del cantone di Berna, attraverso un sondaggio telefonico. Dal 2013 il prezzo del caffè è aumentato di 36 centesimi, ovvero dell’8,7%. In linea di principio, l'indagine comprende ogni anno gli stessi stabilimenti. Dal 2017 la banca dati della rilevazione è stata ampliata a 650 aziende per poter tracciare un quadro più preciso soprattutto nelle regioni rurali e nei cantoni.

L'aumento del prezzo del caffè nel 2023 sarebbe rimasto al di sotto delle aspettative dell'associazione. Come sottolinea Cafetiersuisse, gli aumenti dei prezzi in quasi tutti i settori continuano a comportare costi fissi notevolmente più elevati nella ristorazione e si aspetta un aumento compreso tra il 5 e il 15% nel 2024.

Guarda anche 

Inflazione ai minimi, ma elettricità e riscaldamento sempre più cari

Gli ultimi dati sull’inflazione sono incoraggianti e mostrano un aumento annui pari all'1,3% a gennaio, quando a dicembre era ancora all’1,7%. Tuttavia, l...
14.02.2024
Svizzera

L'anno scorso si è concluso con un nuovo aumento degli affitti

Il mese di dicembre 2023 ha segnato un nuovo aumento di quasi l'1% in tutta la Svizzera, secondo il rapporto pubblicato martedì dal portale immobiliare ImmoSco...
10.01.2024
Svizzera

I prezzi sono diminuiti in novembre, in attesa dei rincari del 2024

L'inflazione è leggermente diminuita il mese scorso. Secondo l'Istituto Comparis e il Centro di ricerca economica (KOF) dell'ETH di Zurigo, a novembre ...
22.12.2023
Svizzera

La birra costerà di più a partire dal 2024

La birra è l'ennesima vittima dell'inflazione generalizzata che interessa la Svizzera quest'anno. Martedì, Jacob Aarup-Andersen, amministratore ...
17.12.2023
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto