Svizzera, 07 novembre 2023

Il Consiglio federale ha sacrificato la protezione dei salari nei negoziati con l'UE, secondo i sindacati

Lunedì a Berna il sindacato svizzero dei lavoratori (USS), Travail.Suisse, il sindacato dei trasporti (SEV) e Syna si sono detti “molto preoccupati” per l'andamento dei colloqui con la Commissione europea. Secondo loro, dopo l'abbandono dell'accordo quadro, il Consiglio federale starebbe negoziando con l'UE “un programma di liberalizzazione”.

Nei colloqui esplorativi l'amministrazione federale ha accettato una riduzione della protezione salariale e un indebolimento del servizio pubblico, denunciano i sindacati. Il Consiglio federale deve correggere questi errori, chiedono.



Nel complesso, il risultato delle discussioni è chiaramente insufficiente, ha affermato il capo economista della USS Daniel Lampart. Se la Svizzera firmasse un simile accordo, la protezione salariale svizzera verrebbe “pericolosamente erosa”.

Più in dettaglio, i lavoratori distaccati in Svizzera dall’estero non riceverebbero più il rimborso delle spese, come vitto o alloggio, al livello previsto in Svizzera, ma a livello del loro Paese, ciò che creerebbe una distorsione della concorrenza per le aziende svizzere.

Guarda anche 

Alle elezioni europee vincono euroscettici e nazionalisti, in calo sinistra e ecologisti

Le elezioni europee sono state segnate da un'impennata della destra nazionalista e euroscettica in diversi paesi, da una leggera crescita del centrodestra e un calo d...
11.06.2024
Mondo

Calcioscommesse: Paquetà rischia la squalifica a vita

LONDRA (Gbr) – L’incubo del calcioscommesse torna minacciare in maniera clamorosa il calcio professionistico e ora sotto la lente d’ingrandimento c&rsqu...
07.06.2024
Sport

È sempre il solito Real! Ennesima Champions

LONDRA (Gbr) - Per una settantina di minuti, il Real Madrid fa la figura della comparsa: viene sovrastato nel gioco e nelle occasioni da un ...
02.06.2024
Sport

Un bruco manda 13 bambini all'ospedale

Un bruco ha mandato all'ospedale 13 allievi di una scuola di Basilea Campagna martedì pomeriggio. A raccontare l'accaduto al Blick è Laila Amaral, ...
30.05.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto