Svizzera, 31 agosto 2023

Armi all'Ucraina e riconoscimento della Corte europea, le aspettative dell'UE sulla Svizzera

L'UE vuole che la Svizzera intervenga in diversi ambiti politici, stando a un rapporto non ancora pubblicato della Commissione per gli affari esteri dell'UE di cui l'emittente SRF ha potuto prendere visione. Nel rapporto si parla ad esempio dell’atteggiamento della Confederazione nei confronti della guerra in Ucraina, ambito in cui la Svizzera dovrebbe fare di più, in particolare per quanto riguarda confiscare fondi russi.

Si constata inoltre con rammarico che la Svizzera blocca la consegna di armi all’Ucraina. "Tutti i paesi in cui vengono prodotte munizioni sono invitati a essere creativi su come questa legittima e necessaria difesa nazionale possa essere nuovamente sostenuta nel senso dei valori rappresentati dall'Europa", scrive Lukas Mandl, responsabile del rapporto e eurodeputato austriaco e membro del Partito popolare europeo.



Un altro aspetto non meno importante riguarda il riconoscimento da parte della Svizzera della Corte di giustizia europea, nell'ambito di accordi specifici, pacchetti di accordi o accordi quadro con l'UE. "Ciò deve essere coerente con il fatto che la Corte di giustizia europea, che in primo luogo rende possibile il mercato interno, viene ovviamente riconosciuta."

Il rapporto affronta anche il mandato negoziale tra l’UE e la Svizzera, che scadrà dopo cinque anni. L’accordo quadro tra la Confederazione degli Stati e la Confederazione era stato precedentemente sciolto unilateralmente dal Consiglio federale nonostante sette anni di trattative. Questo vuole essere un invito a negoziare e ottenere risultati in tempi ragionevoli. Il Parlamento europeo dovrebbe approvare il rapporto in autunno.

Guarda anche 

"Cosa fa il Municipio contro il littering stradale?"

A Bellinzona vi sono zone con problemi di littering per il consigliere comunale Manuel Donati (Lega), che ha deciso di segnalare al Municipio, tramite interpellanza, di &...
21.02.2024
Ticino

Il sequestratore di Yverdon aveva molestato una collaboratrice di un centro d'accoglienza

A più di due settimane dalla presa d'ostaggi di tredici passeggeri di un treno a Yverdon (VD), continuano ad emergere dettagli sul sequestratore, Qader B.. Mar...
21.02.2024
Svizzera

Ginevra, appuntamento con la storia

GINEVRA – I bagordi, la gioia e i festeggiamenti per il titolo svizzero conquistato la scorsa primavera sembrano lontani, sembrano un po’ offuscati, visto qua...
20.02.2024
Sport

Una nuova tassa UE fa tremare l'industria del cemento svizzera

Il cemento è uno dei materiali da costruzione più utilizzati in Svizzera e l'industria del cemento, a livello nazionale, produce ogni anno un totale di ...
20.02.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto