Mondo, 22 agosto 2023

Infermiera britannica condannata all'ergastolo per aver ucciso sei neonati

Un'infermiera inglese è stata condannata all'ergastolo lunedì per aver ucciso sette neonati nel 2015 e nel 2016. È una sentenza eccezionalmente dura in un caso che ha sconvolto il Regno Unito.
L'infermiera di 33 anni è stata dichiarata colpevole venerdì da un tribunale di Manchester per aver ucciso sette neonati prematuri e sei tentati omicidi nell'unità di terapia intensiva del Countess of Chester Hospital, nel nord-ovest dell'Inghilterra, dove lavorava.

"Avete agito in modo totalmente contrario ai normali istinti umani che sono quelli di prendersi cura dei bambini e in flagrante violazione della fiducia che tutti i cittadini ripongono negli operatori sanitari", ha detto il giudice, definendo i suoi crimini una "campagna crudele, calcolata e cinico". A causa della "gravità eccezionale" dei crimini, "passerai il resto della tua vita in prigione", ha aggiunto. Il verdetto include infatti una misura che rende l'ergastolo irrevocabile.

Questa donna "fredda, calcolatrice, crudele e tenace", secondo l'accusa, ha sostenuto la sua innocenza durante tutto il processo, iniziato nell'ottobre 2022. Negli appunti manoscritti trovati a casa sua durante le indagini, ha scritto: "Sono cattiva, L'ho fatto." In altre note, ha proclamato la sua innocenza.



Le sue motivazioni rimangono poco chiare nonostante il processo di dieci mesi come rimangono incognite anche sul numero reale delle vittime.
L'infermiera se la prendeva con i bambini dopo che i genitori se ne erano andati, quando l'infermiera responsabile se ne andava o di notte quando era sola. In altre occasioni si univa agli sforzi per salvare i neonati e persino aiutare i genitori disperati. In alcune occasioni scritto cartoline ai parenti in lutto.

Già assente dal tribunale venerdì quando è stata giudicata colpevole, l'imputata si è rifiutata di assistere alla pronuncia della sua condanna, trasmessa in diretta televisiva.
Questo rifiuto ha suscitato la rabbia dei familiari delle vittime ma anche del primo ministro Rishi Sunak. "Quando hai commesso crimini così orribili, è codardo non affrontare le vittime", ha detto lunedì, aggiungendo che stava valutando la possibilità di legiferare in modo che non accada di nuovo.


Guarda anche 

Un bruco manda 13 bambini all'ospedale

Un bruco ha mandato all'ospedale 13 allievi di una scuola di Basilea Campagna martedì pomeriggio. A raccontare l'accaduto al Blick è Laila Amaral, ...
30.05.2024
Svizzera

Regno Unito, il premier annuncia elezioni anticipate: "Si vota il 4 luglio"

Il primo ministro britannico Rishi Sunak ha annunciato mercoledì che le elezioni legislative si terranno il prossimo 4 luglio, ponendo fine a mesi di suspense sull...
23.05.2024
Mondo

Due pensionati finiscono in tribunale per un dito medio e un fantomatico ex fidanzato

Una vicenda singolare quanto triste ha avuto luogo gli scorsi mesi in una casa per anziani di Basilea. Protagonisti due pensionati, un uomo e una donna, la cui lite ha as...
26.04.2024
Svizzera

Un ristoratore truffa la Confederazione per 250'000 franchi e rischia l'espulsione

Il proprietario di un ristorante di Lucerna è riuscito a incassare 250'000 franchi tramite aiuti Covid. L'uomo, un 53enne italiano, a partire da marzo 2020...
23.04.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto