Sport, 30 luglio 2023

Un solo passo per approdare agli ottavi: è tutto nelle nostre mani

Questa mattina la Svizzera contro la Nuova Zelanda si giocherà il pass per centrare l’obiettivo minimo a questi Mondiali di calcio femminili: raggiungere la fase ad eliminazione diretta

DUNEDIN (Nuova Zelanda) – Dopo la vittoria all’esordio contro le Filippine e l’ottimo pareggio conquistato – pur sudando e con un’ottima prestazione della Tahlmann – contro la Norvegia, questa mattina la Svizzera allenata da Inka Grings si giocherà il pass per gli ottavi di finale del Mondiale di calcio femminile. Nel loro girovagare nella Terra di Mezzo, volando prima a Dunedin, poi a Hamilton, per poi fare ritorno nella South Island, Ramona Bachmann e compagne hanno il loro destino nelle loro mani. In quelle mani – o piedi, forse più azzeccato visto il contesto calcistico – la Svizzera non troverà il tanto agognato anello del potere (un riferimento non del tutto involontario e buttato a caso, visto che proprio dalle parti di Hamilton è stata girata buona parte della trilogia del “Signore degli Anelli” e de “Lo Hobbit”, ndr) ma la qualificazione alla fase a eliminazione diretta. 

 
 
Come detto, tutto sta nelle potenzialità della nostra nazionale, che contro le padroni di casa – vittoriose contro la Norvegia ed uscite clamorosamente sconfitte al cospetto delle Filippine – hanno l’occasione di giocare per due risultati su tre: anche solo un pareggio, infatti, permetterebbe alla Svizzera di superare la fase a gironi, ma attenzione a dare il passaggio del turno per scontato. In agguato potrebbe esserci qualche imprevisto – no, difficilmente vedremo un orco passeggiare per il campo – ma la Nuova Zelanda giocherà in casa, davanti al proprio pubblico, e anche le All Blacks si giocheranno la grande occasione di approdare agli ottavi di finale.
 
 
Appuntamento quindi alle 9: nell’arco di 2 ore sapremo se potremo continuare a dire la nostra tra Elfi, Hobbit, orchi, troll, bestie alate e nazgül, o dovremo fare le valigie e ritornare alle nostre latitudini, abbandonando il sogno di domare, trovare, ghermire e nel buio incatenare le altre nazionali presenti.

Guarda anche 

Lugano, arriva il GC. E l’Inter fa ben sperare

LUGANO – È un Lugano che punta in alto, che sogna in grande e che ha voglia di far vivere un’altra stagione indimenticabile ai propri tifosi, quello ch...
19.07.2024
Sport

“Africani e vanno a trans”: il coro razzista dell’Argentina. Francia furiosa

BUENOS AIRES (Argentina) – Domenica scorsa l’Argentina, battendo per 1-0 la Colombia al supplementare, ha conquistato la seconda Copa America consecutiva. Ovv...
18.07.2024
Sport

“Lascio lavatrici, palloni e tute per passare a camper e tricicli”

LOCARNO - Bruno Walther è un personaggio d’altri tempi. Uno di quelli che non si possono replicare, nemmeno se inventassero la macchina per la clon...
18.07.2024
Sport

Ciao Svizzera: Shaqiri saluta la Nazionale

LUGANO – La notizia non giunge del tutto inaspettata, ma ora è diventata ufficiale: dopo 14 anni, Xherdan Shaqiri non vestirà più la maglia del...
15.07.2024
Sport

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto