Sport, 20 marzo 2023

Lugano, per il secondo posto c’è ancora da correre

Il pareggio colto ieri in extremis contro il Servette lascia tutto aperto alle spalle dell’YB e lancia ancora di più la semifinale di Coppa

LUGANO – Alla fine, per come è maturato, il pareggio colto dal Lugano contro il Servette è più un punto guadagnato che un’occasione sprecata. I bianconeri avevano la grande possibilità di battere in casa la diretta antagonista per il secondo posto in classifica, che resta comunque alla portata, ma visto il vantaggio firmato da Valls a 15’ dal termine della sfida, la stoccata del solito Celar è stata accolta come manna dal cielo e ha ridato alla truppa di Croci-Torti quello che gli spettava. 

 
 
Parlavamo di occasione persa, anche perché il Lugano è stato padrone del campo e del gioco, andando però sempre a infrangersi sull’ordinato schieramento dei ginevrini che hanno così confermato tutte le loro qualità che li stanno mantenendo ai piani alti del calcio elvetico in questa stagione. La tattica “difesa-ripartenze” degli ospiti ha dato i suoi frutti alla fine, visto il vantaggio del già citato Valls e lì – come sottolineato anche da Croci-Torti al termine della sfida – i bianconeri sono stati bravi a restare compatti, a non disunirsi, a non sbilanciarsi e sfilacciarsi, perché il rischio imbarcata, in quel caso, sarebbe stato dietro l’angolo.
 
 
La partita di Cornaredo non è stata altro che il preludio di ciò che assisteremo il 4 aprile, quando le due compagini – a campi invertiti – si ritroveranno per la semifinale di Coppa Svizzera. Una semifinale complicata, equilibrata e difficile da decifrare che probabilmente regalerà poco spettacolo ed emozioni, ma tanta adrenalina e tensione, perché ogni minimo errore, ogni minima occasione potranno diventare decisivi.

Guarda anche 

Lugano, 5 passi verso l'obiettivo

LUGANO - Alla fine a decidere è stato il rigore di Ruotsalainen e il Lugano colleziona la sua quarta vittoria consecutiva. La classifica sorride, perché...
25.02.2024
Sport

Condannato a un anno di carcere il richiedente l'asilo che abusò di una ragazza su un treno

Il richiedente l’asilo che lo scorso ottobre era stato arrestato con l’accusa di aver abusato sessualmente di una giovane su un treno regionale tra Lugan...
24.02.2024
Ticino

GALLERY – “Ti invidiamo….”

TORINO (Italia) – Lei incanta sui social con la sua bellezza e sensualità, lui sui campi di Serie A – dopo un esordio da urlo da 17enne, fatica a trova...
25.02.2024
Sport

Calcio in lutto: è morto Andreas Brehme

MONACO DI BAVIERA (Germania) – Una triste notizia è giunta questa mattina dalla Germania: il calcio piange la morte di Andreas Brehme, che si è spento...
20.02.2024
Sport

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto