Svizzera, 14 gennaio 2023

Condannato a 9 anni di carcere e espulsione per avere quasi ucciso la sua stessa figlia

Un cittadino iracheno di 53 anni è stato processato per tentato omicidio contro la sua figlia. Secondo l'accusa, nell'agosto 2019 l'uomo aveva scagliato due volte la figlia di quattro anni a testa in giù e con tutta la forza contro il suolo in un centro commerciale di Brugg, nel canton Argovia. La bambina è rimasta gravemente ferito e aveva riportato una frattura multipla del cranio.



L'accusa ha chiesto una pena detentiva di 19 anni e nove mesi per tentato omicidio e l'espulsione dal Paese per 15 anni. L'avvocato difensore del 53enne, invece, ha chiesto una pena detentiva di 3,5 anni per tentate lesioni personali gravi. Per mancanza di spazio, il processo si è svolto nei locali della polizia mobile di Schafisheim. Il processo di due giorni a Schafisheim si è infine concluso venerdì pomeriggio con il verdetto del tribunale distrettuale di Brugg. Il tribunale ha condannato il 53enne iracheno a 9 anni di reclusione per tentato omicidio e lo ha espulso dalla Svizzera per 13 anni. Il pubblico ministero avendo chiesto una pena notevolmente più severa, farà ricorso contro la sentenza presso l'Alta Corte di Argovia.

Guarda anche 

Richiedente l'asilo espulso dalla Svizzera per aver minacciato "Charlie Hebdo"

Da mercoledì mattina un richiedente l'asilo siriano residente nel Canton Argovia è stato ascoltato dal Tribunale penale federale di Bellinzona (TPF). Al...
30.05.2024
Svizzera

La donna incinta aggredita a Zofingen ha perso il suo bambino

Fra le sei persone ferite durante l'aggressione di Zofingen avvenuto una decina di giorni fa c'era anche una donna incinta. Il suo compagno, Alessandro, ha annunc...
25.05.2024
Svizzera

Si vendicava dell'ex moglie prendendo multe a suo nome

Un cittadino kosovaro è stato appena condannato dalla giustizia friburghese per un crimine quantomeno singolare. Per vendicarsi della sua ex compagna si metteva al...
24.05.2024
Svizzera

Erano andate in Siria per unirsi all'ISIS, condannate (ma niente espulsione)

Il Tribunale penale federale ha condannato giovedì con due pene sospese due sorelle che si erano recate in Siria nel febbraio 2015 per unirsi allo Stato islamico (...
24.05.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto