Svizzera, 24 novembre 2022

Somministra del sonnifero alla collega e poi abusa di lei, condannato

Il Tribunale federale ha confermato la condanna a tre anni e mezzo di carcere per coercizione sessuale nei confronti di un uomo tedesco di 47 anni. Insieme alla sua compagna slovena, ha somministrato di nascosto un sonnifero a una collega che all'epoca dei fatti aveva 18 anni e poi i due hanno abusato sessualmente di lei.

Per portare a termine il suo piano, i due fecero uso di un sonnifero. La coppia è stata condannata anche perché ha discusso il proprio atto su WhatsApp, come riportato dalla "NZZ". L'uomo ha confessato di aver torturato la sua vittima. Tuttavia, durante il processo del 2017, ha spiegato che quella notte non era successo nulla. Secondo lui, la sua collega aveva semplicemente bevuto molto alcol.

La vittima ha solo ricordi vaghi, ma quella notte si è svegliata nuda nel letto della coppia. Poiché il giorno dopo aveva dolori addominali, si è recata in ospedale, dove le sono state riscontrate lesioni nelle parti intime.



L'autore del reato aveva chiesto al Tribunale federale di condannarlo a un massimo di due anni di reclusione e di concedergli la sospensione della pena. L'imputato ha criticato in particolare la sentenza di condanna e la violazione del principio di celerità, che richiede che il procedimento sia trattato entro un tempo ragionevole.

In una sentenza pubblicata mercoledì, il Tribunale federale ha respinto il ricorso dell'uomo. Non ha riscontrato alcun errore da parte della Corte Suprema di Zurigo nel calcolo della pena. Per quanto riguarda il principio di celerità, il tedesco ha perso l'occasione di fare le sue critiche davanti all'istanza precedente.

La complice era stata condannata a una pena detentiva sospesa di due anni e, al contrario dell'uomo, non aveva presentato ricorso contro la decisione.

Guarda anche 

Condannato a un anno di carcere il richiedente l'asilo che abusò di una ragazza su un treno

Il richiedente l’asilo che lo scorso ottobre era stato arrestato con l’accusa di aver abusato sessualmente di una giovane su un treno regionale tra Lugan...
24.02.2024
Ticino

Con la tessera del padre facevano finta di essere invalidi per parcheggiare gratis

Probabilmente pensavano di aver trovato il trucco perfetto per risparmiare sui costi di parcheggio e assicurarsi di poter trovare facilmente parcheggi liberi e ben posizi...
22.02.2024
Svizzera

Ubriaco, alla guida di una porsche colpisce una lamborghini e si dà alla fuga

Un conducente 58enne di Svitto ha suscitato scalpore a Lucerna in una notte d'estate dello scorso luglio. Sebbene avesse bevuto, si è messo al volante della su...
21.02.2024
Svizzera

Una fila di 150 metri per visitare degli appartamenti in affitto

1'488 candidature e una fila di visitatori lunga 150 metri. L'annuncio di 24 appartamenti in affitto nelle vicinanze di Zurigo, e l'incredibile numero di inte...
09.02.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto